Ecco in breve le disposizioni del nuovo Dpcm.
Il nuovo Dpcm sarà in vigore da domani 26 ottobre fino al 24 novembre.

▪️Locali:
Le attività di ristorazione (tra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie) potranno restare aperte dalle 5 del mattino fino alle 18 del pomeriggio.
Il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi.
Dopo le 18 “è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico”.
Resta consentita “senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati”.

▪️Scuole secondarie di secondo grado (licei e istituti professionali):
didattica a distanza anche oltre il 75%; saranno i presidi a decidere la quota di Dad. Vanno salvaguardati gli alunni con disabilità e i Bes, ovvero i bisogni educativi speciali.

▪️ Smart Working:
“È fortemente raccomandato l’utilizzo della modalità di lavoro agile da parte dei datori privati”

▪️ Spostamenti:
Si “raccomanda fortemente” di “non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità, per svolgere attività.

▪️Sport:

Stop a palestre e piscine, impianti nei comprensori sciistici, centri natatori, centri benessere, centri termali, “fatta eccezione per l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza, nonché centri culturali, centri sociali e centri ricreativi”Gli eventi sportivi potranno svolgersi senza pubblico, sia in luogo pubblico che privato;

restano consentiti gli eventi e le competizioni sportive, nonché le sedute di allenamento degli atleti agonisti, riguardanti gli sport individuali e di squadra – riconosciuti dal Comitato olimpico nazionale italiano (Coni), dal Comitato italiano paralimpico (Cip) e dalle rispettive federazioni sportive nazionali, ovvero organizzati da organismi sportivi internazionali all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni sportive nazionali”

▪️Cinena e teatro:
“Sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto; restano comunque sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso”.

▪️Abitazioni private:
“Con riguardo alle abitazioni private, è fortemente raccomandato di non ricevere persone diverse dai conviventi, salvo che per esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza”.

▪️Feste:
Sono vietate le feste nei luoghi al chiuso e all’aperto, ivi comprese quelle conseguenti alle cerimonie civili e religiose”.

▪️Manifestazioni e cortei:
Sono consentite le manifestazioni statiche (sit-in), ma sono vietati i cortei.

▪️Sagre e fiere:
“Sono vietate le sagre, le fiere e gli altri analoghi eventi. Restano consentite le manifestazioni fieristiche di carattere nazionale e internazionale, previa adozione di Protocolli validati dal Comitato tecnico-scientifico.

▪️Musei:
I musei restano aperti ma con modalità di fruizione contingentata o comunque tali da evitare assembramenti di persone e da consentire che i visitatori possano rispettare la distanza tra loro di almeno un metro.

▪️ Visite nelle RSA:
L’accesso di parenti e visitatori nelle strutture di ospitalità e lungo degenza, residenze sanitarie assistite (Rsa), hospice, strutture riabilitative e strutture residenziali per anziani, autosufficienti e non, “è limitata ai soli casi indicati dalla direzione sanitaria della struttura, che è tenuta ad adottare le misure necessarie a prevenire possibili trasmissioni di infezione”.

POTRESTI ESSERTI PERSO: