Nel Comune di Carovigno, durante un controllo, si intimava l’Alt ad un utilitaria alla cui guida veniva identificato T.R., classe 1975 di Carovigno, con numerosi precedenti di polizia per reati in materia di armi e per reati contro il patrimonio. L’approfondito controllo dell’abitacolo, consentiva agli agenti operanti di scovare all’interno del bagagliaio dell’autovettura una mazza in legno della lunghezza di 50 centimetri con entrambe le estremità in ferro. Il T.R. non sapeva giustificare l’illecita presenza dell’oggetto.

Condotto in ufficio, T.R., già più volte segnalato per porto illegale di armi in luogo pubblico e per alterazioni di armi in genere, veniva denunciato all’A.G. per il reato di porto di armi od oggetti atti ad offendere. La mazza è stata contestualmente sottoposta a sequestro penale.

I servizi di controllo della giurisdizione di pertinenza proseguiranno nei prossimi giorni al fine di garantire la sicurezza generale e nell’ottica della sempre auspicata collaborazione da parte della collettività cui la Polizia di Stato rivolge l’invito a segnalare ogni situazione dubbia o sospetta ed, in quanto tale, meritevole di riscontro e verifica.