Comunicato da parte di: Meetup – Carovigno 5 Stelle

Parco Provinciale, l’amministrazione rispetti la legge.

Il Parco Provinciale (villa vecchia) di Carovigno ha un cartello ben esposto dove si indica il divieto di accesso agli animali domestici.
Nonostante la normativa sia cambiata troviamo questo luogo pubblico sprovvisto di cartellonistica adeguata e di servizi accessibili, un vero e proprio luogo in abbandono.

È vietato vietare l’accesso ai cani nei giardini pubblici: lo ha stabilito il giudice di Pace di Lodi dando ragione alla Lav che si era appellata dopo aver ricevuto una sanzione per «aver violato l’articolo 65 del Regolamento comunale di Polizia Urbana e aver introdotto un cane nel parco pubblico dei Giardini Barbarossa». Il giudice di pace di Lodi ha ritenuto illegittima la sanzione, ricordando che «la più recente giurisprudenza amministrativa si riporta a un indirizzo costante e consolidato il quale nega cittadinanza nel nostro ordinamento giuridico ai provvedimenti che limitano la libertà di circolazione ai conduttori di cani» (procedimento civile n.1083 R.G.2016).

Sulla base di questa sentenza e della più recente giurisprudenza amministrativa Carovigno 5 Stelle chiede all’ amministrazione di rimuovere i divieti di accesso da giardini e parchi e di introdurre nei propri regolamenti norme che prevedano la possibilità per gli animali di entrare in tutti i luoghi pubblici e aperti al pubblico, pubblici esercizi e mezzi di trasporto. I divieti di accesso sono anacronistici e ingiustamente penalizzanti per chi vive con un animale, lo confermano anche dai dati del Rapporto Eurispes 2016, secondo il quale aumentano del 13% coloro che vorrebbero il libero accesso degli animali nei luoghi pubblici.

M. CAROVIGNO 5 STELLE

POTRESTI ESSERTI PERSO: