Torre Guaceto ancora senza presidente: solo il commissariamento può salvare la riserva! Nota delle forze di opposizione

Ancora oggi il Consorzio di gestione di Torre Guaceto è senza il suo Presidente, nomina che vorremmo ricordare avviene in Assemblea su proposta del Sindaco di Carovigno. Ancora una volta i destini della Riserva Naturale si giocano alla roulette russa dei precari equilibri della Maggioranza del Sindaco Brandi, e sul tavolo della spartizione delle poltrone. Da quando è in carica Brandi la gestione del Consorzio ha vissuto solo conflittualità e precarietà, senza programmazione e prospettive future, ma solo gestione del potere, nel mentre la Riserva Naturale è balzata agli onori della cronaca per fatti, anche di profilo giudiziario, non proprio gratificanti.

Dopo le dimissioni del Presidente Epifani “promosso” assessore, il Sindaco Brandi aveva prima ammesso “candidamente” che questa volta nella spartizione delle poltrone quella di Presidente del Consorzio sarebbe andata al consigliere Pagliara. Poi aveva provveduto a fare un avviso pubblico per la selezione del nuovo presidente evidentemente per ammantare di legittimità la nomina di Pagliara, visto che la precedente scelta di Epifani era avvenuta tramite avviso pubblico. Il 30 ottobre scorso l’avviso pubblico è scaduto. Ma cosa aspetta il Sindaco Brandi a nominare il nuovo Presidente? I fatti dicono che al bando si sono presentati solo 4 candidati (dopo la nomina di Epifani la volta precedente a Presidente del Consorzio e quella della parente del Consigliere Semeraro nel Nucleo di Valutazione, ormai ai bandi del Brandi non crede piu’ nessuno..). Purtroppo per il Sindaco il “prescelto” consigliere Pagliara ha presentato la documentazione in ritardo e quindi i candidati rimangono tre! Perché Brandi non sceglie tra questi tre?

Per quanto tempo ancora le beghe di bottega, la spartizione e la perenne guerra di potere all’interno della Maggioranza si scaricheranno sul futuro del territorio e della Riserva Naturale?

Quello che sta accadendo dimostra ancora una volta la totale inadeguatezza del Sindaco Brandi nell’amministrare la cosa pubblica e che l’attuale maggioranza pensa solo a gestire potere e non a Governare nell’interesse comune! Quello che sta accadendo dimostra ancora una volta che per Torre Guaceto bisogna pensare a una nuova governance che sia all’altezza delle sue straordinarie bellezze! Ormai non c’è piu’ tempo da perdere! Il Sindaco nomini uno dei tre soggetti che ha partecipato al Bando come Presidente, e avvii le procedure insieme alle altre Istituzioni coinvolte per il Commissariamento del Consorzio!

E’ da quando si è insediato che aspettiamo che Brandi dimostri con i fatti la sua “autonomia” e la capacità di assumere decisioni che vanno nell’interesse generale. Fino ad ora questo non è mai accaduto. Sarà la volta buona? Noi come opposizione siamo sempre disponibili a dare il nostro contributo disinteressato e a sostenere tutte le iniziative che vanno verso gli interessi dei cittadini e del territorio. Se il Sindaco Brandi deciderà di intraprendere la sfida per la costruzione di una nuova governance per Torre Guaceto, staccata dagli interessi e dagli equilibri che finora l’hanno gestita, sappia che ci troverà al suo fianco in questa battaglia.

F.to

Bagnulo Marzia – PD

Lanzilotti Massimo – Ripartiamo dal Futuro

Radisi Vincenzo – Gruppo misto

 

POTRESTI ESSERTI PERSO: