Tradizioni e gusti autentici del Mare Nostrum. I prodotti tipici protagonisti dei laboratori organizzati nell’ambito della kermesse enogastronomica “I Sapori del Mediterraneo”.

Quattro giorni dedicati al gusto, quello dei prodotti tipici della buona e ricca terra di Puglia e delle altre regioni che si affacciano sul Mediterraneo. Ci saranno caciocavallo alla brace, capocollo, bombetta e zampina di Martina, il baccalà in pastella di Grottaglie, gli arrosticini abruzzesi e poi lo zuccotto, i cannoli della Sicilia. Questo e molto altro ancora.

Il lungomare Regina Margherita di Brindisi, dal 28 giugno al 1 luglio, in concomitanza ed in collaborazione con gli eventi sportivi dell’Adriatic Cup, evento organizzato dal Circolo Nautico Porta D’Oriente, sarà animato dagli stand e dalle iniziative collaterali della sesta edizione de I Sapori del Mediterraneo, kermesse enogastronomica organizzata dall’Associazione Puglia Insieme si Può.

Un’occasione per riscoprire il valore della convivialità nelle lunghe sere d’estate, in luogo simbolo della città di Brindisi come il lungomare, vetrina ideale per promuovere le eccellenze culinarie del Mediterraneo.
Sarà possibile degustare le prelibatezze provenienti da diverse regioni d’Italia, ma anche assistere ai laboratori organizzati per far conoscere come vengono trattate le materie prime che, dopo essere state trasformate dalle mani esperte di chef, pasticcieri e mastri caseari, arrivano sulle nostre tavole come ambasciatori dei più autentici sapori della tradizione di Puglia e delle altre regioni protagoniste de I Sapori del Mediterraneo.

I laboratori si terranno all’interno dei locali dello IAT, vicino alla Casa del Turista, dalle 19.30 alle 21.00. La partecipazione è libera e aperta a tutti.

Si parte giovedì 28 giugno con il “Laboratorio per celiaci” a cura del maestro pasticciere Claudio Colitta che realizzerà rustici e pasticciotti per chi segue un particolare regime alimentare.

Venerdì 29 giugno si terrà invece un laboratorio dedicato al pesce. “La pesca sostenibile di Torre Guaceto Presidio Slow Food, un esempio virtuoso da replicare”. Degustazione di pesce povero a miglia 0 a cura del Food Manager e Chef Ernesto Palma, patron dell’Antica Sciabbica; si terrà inoltre un momento di approfondimento sul tema con Marcello Longo, rappresentante legale Slow Food Puglia.

Sabato 30 giugno. In programma ben tre laboratori su olio, vino e farina. I primi due saranno tenuti rispettivamente da Benedetta Liberace, titolare dell’omonima azienda agricola e Vincenzo Pugliese, imprenditore ed enologo, ambedue coadiuvati dall’esperto di olio e vino Francesco Soleti. Il terzo laboratorio vedrà protagonista la farina e sarà curato dall’associazione Triticum, presieduta da Teddy Liberato, che produrrà pasta fresca con diverse tipologie di farina: grano arso, farine antiche tradizionali, senatore Cappelli e semola grezza.

Domenica 1 luglio. Laboratorio di latticini curato dal Caseificio Giada con la produzione di mozzarelle ed altri prodotti caseari

Oltre ai laboratori sono previsti momenti di spettacolo tra musica tradizionale, come pizzica a tarantella, e disco music, ma anche esibizioni sportive curate dalle associazioni del territorio e coordinate da Carmine Iaia, presidente dell’associazione “Boxe Iaia”.

POTRESTI ESSERTI PERSO: