Ordine degli psicologi Puglia e Garante regionale dei diritti delle persone con disabilità firmano protocollo: “Passo importante per costruire un percorso in sinergia che metta al centro la persona con disabilità”

La collaborazione tra gli organismi istituzionali produrrà una serie di  attività congiunte di ricerca, informazione, formazione e prevenzione.

Il presidente dell’Ordine degli psicologi della Regione Puglia dott. Antonio Di Gioia ha firmato un protocollo d’intesa con il Garante regionale per le persone con disabilità Giuseppe Tulipani. Il protocollo nasce dal comune interesse degli organismi istituzionali di promuovere e contribuire alla diffusione di una cultura fondata sulla centralità della persona disabile, considerata all’interno del contesto a cui appartiene. La finalità dell’accordo è quella di potenziare la capacità delle parti coinvolte nel confrontarsi, operare in sinergia, programmare gli interventi in un rapporto di reciproca cooperazione e integrazione.

“Questo accordo diventa la base di un percorso di collaborazione” commenta la dottoressa Giovanna Teresa Pontiggia, segretaria dell’Ordine degli Psicologi, “e mira a tutelare i diritti delle persone con disabilità, migliorandone il benessere psico-sociale”. Il protocollo prevede lo sviluppo di attività di ricerca, attività informative, formative e di prevenzione. “Per noi è fondamentale essere i primi promotori di una cittadinanza responsabile, terremo attività formative e informative rivolte alla cittadinanza e ai familiari delle persone con disabilità sull’appropriatezza e la qualità dei servizi a loro dedicati, affinché ne abbiano piena consapevolezza”.

Giovani colleghi, entusiasti e partecipi in questo importante impegno, hanno presenziato alla fase di sottoscrizione per la rilevanza che lo stesso assume sia a tutela dei cittadini con disabilità e dei contesti di riferimento che per la valorizzazione e imprescindibile presenza dello psicologo nella presa in carico.

“L’Ordine degli psicologi” conclude la dottoressa Pontiggia “è fiero di aver posto questa firma e farà in modo di attivare nel più breve tempo possibile gruppi di lavoro, seminari interprofessionali e interventi nelle scuole che diano impulsi e stimoli in una società che ha ancora falle nella tutela della persona con disabilità”.

POTRESTI ESSERTI PERSO: