Hanno forzato un deposito utilizzato da Caritas Diocesana e hanno sottratto derrate alimentari destinate a persone in stato di necessità.

Tonno in scatola, pelati, latte: questo il “bottino” di un furto perpetrato nella giornata di domenica (24 novembre). La scoperta è avvenuta stamane, al momento in cui operatori provenienti dalle città della diocesi si apprestavano a ricevere in consegna i beni da distribuire poi nelle parrocchie.

Attraverso gli operatori e i volontari presenti nelle parrocchie della diocesi di Brindisi – Ostuni,circa 850 nuclei familiari ricevono tali beni – consistenti in generi di prima necessità – e, soprattutto, ascolto e accompagnamento per tentare di superare il momento di bisogno.
Ogni confezione alimentare è contrassegnata dalle scritte “Unione europea – Fead” (la sigla che indica il Fondo di aiuti europei agli indigenti) e “Prodotto non commerciabile”, facendone risaltare subito la provenienza.

“Ogni furto costituisce sempre un grave episodio – si legge in un comunicato della Caritas – addolora ancor di più il fatto che a subirne le conseguenze saranno coloro che, nelle nostre comunità, stanno tentando di lottare contro una situazione di disagio”.

POTRESTI ESSERTI PERSO: