Servizio straordinario di controllo del territorio della “movida” sulla fascia costiera, volto, tra l’altro, a evitare assembramenti, disposto dal comando provinciale di Brindisi

Servizio straordinario di controllo del territorio della c.d. “movida” sulla fascia costiera, volto, tra l’altro, a evitare assembramenti, disposto dal comando provinciale di brindisi: una persona deferita in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, una per guida sotto l’influenza dell’alcool, una per rifiuto di sottoporsi ad accertamenti per verificare l’uso di sostanze stupefacenti, una per oltraggio a pp.uu. , due per violazione alle leggi speciali e cinque persone segnalate all’Autorità Amministrativa per uso personale di sostanze stupefacenti.

I Carabinieri del Comando Provinciale di Brindisi, coadiuvati nella fase esecutiva da militari del N.I.L. di Brindisi e del N.A.S. di Taranto, a conclusione di un servizio straordinario di controllo della c.d. “movida” sulla fascia costiera, volto tra l’altro, a evitare assembramenti, hanno:

– deferito in stato di libertà:

un 49enne di Mesagne, che a seguito di perquisizione personale e domiciliare è stato trovato in possesso di due involucri contenenti compressivamente gg. 16 di sostanza stupefacente, tipo marijuana, occultati all’interno di un contenitore nel vano cucina. Stupefacente sequestrato.

un 54enne di San Donaci, censurato per reati contro il patrimonio, che controllato alla guida della propria autovettura è risultato positivo all’etanolo per un valore di 1,61 g/l. Patente di guida ritirata e autovettura sottoposta a sequestro amministrativo.

un 51enne di Carovigno, incorso in un sinistro stradale, a seguito di controllo è di perquisizione personale e veicolare è stato trovato in possesso di una siringa già utilizzata e di una bustina in cellophane con residui di sostanza stupefacente del tipo cocaina, sequestrati. L’uomo si è rifiutato di sottoporsi ad accertamenti tossicologici. Patente di guida ritirata e veicolo sottoposto a sequestro.

un 23enne di Carovigno, che arbitrariamente e senza alcun motivo, proferiva frasi ingiuriose nei confronti di alcuni militari che stavano effettuato un controllo a un esercizio commerciale;

– elevato tre sanzioni amministrative di cui due nei confronti della titolare di un lido del litorale fasanese per non aver esposto la tabella indicante la descrizione dei sintomi correlati ai diversi livelli di concentrazione alcolemica nell’area alveolare, non aver messo a disposizione della clientela un apparecchio di rilevamento del tasso alcolemico di tipo precursore chimico/elettronico e per non informato la clientela e formato i dipendenti circa le disposizioni dell’Autorità sul rischio epidemico e sulle misure da adottare per prevenire il contagio da “Covid 19”, sull’igiene personale e sull’utilizzo dei D.P.I., nonché una per guida in stato di ebrezza alcolica con un tasso alcolemico pari a 0,78 g/l;

– segnalato all’Autorità Amministrativa cinque persone, per possesso di sostanze stupefacenti per uso personale.

Nel complesso, i Carabinieri hanno eseguito 15 perquisizioni tra personali e domiciliari, identificato 147 persone, controllato 85 autoveicoli, elevato 27 contravvenzioni al C.d.S., controllato 7 esercizi commerciali/pubblici. Sono state anche controllate 16 persone sottoposte a misure cautelari e di prevenzione.

POTRESTI ESSERTI PERSO: