Il consigliere regionale Maurizio Bruno favorevole all’istituzione della nuova facoltà presso Unisalento.

La provincia di Brindisi, ad iniziare dal capoluogo, sta attraversando l’ennesimo momento difficile della sua storia più recente. Eppure a Brindisi ed in tutto il territorio sono presenti personalità, realtà produttive, centri di ricerca ed infrastrutture che nulla hanno da invidiare a realtà che hanno intrapreso da tempo – e stanno consolidando – la strada di un nuovo modello di sviluppo in grado di coniugare lavoro e qualità della vita.

Allora è forse giunto il momento per la provincia di Brindisi di scrivere una pagina nuova della sua storia, mettendo in campo tutte le migliori energie presenti sul territorio. Da dove iniziare? Io dico dalla formazione. Non esiste investimento migliore per lo sviluppo di un territorio di quello formativo.

Per questo sento di condividere pienamente l’auspicio di Maurizio Portaluri, che in un editoriale apparso su “Nuovo Quotidiano di Puglia” lo scorso 18 novembre ha brillantemente illustrato le ragioni per le quali, a partire dal territorio di Brindisi, bisogna sostenere l’istituzione presso l’Unisalento del corso di laurea in Medicina e Ingegneria Biomedica, così come recentemente chiesto dal rettore Fabio Pollice.

“Dove si studia e si fa ricerca – scrive Portaluri – anche l’assistenza sanitaria ne trae beneficio. Per cui la platea dei portatori di interesse è davvero vasta, dai professionisti della salute agli enti locali, passando per le scuole e per le industrie, per finire allo stesso sistema sanitario regionale”.

POTRESTI ESSERTI PERSO: