Porto di Bari Rendering Progetto

Sulla banchina 10 sarà costruito lo spazio da 3.200 metri quadri, di cui 400 all’aperto. Controlli di sicurezza con apparecchiature di ultima generazione.

Un nuovo terminal passeggeri da 3.200 metri quadri sulla banchina 10 del porto di Bari con una terrazza sul mare attrezzata con bar e tavolini da dedicare agli eventi. Il progetto del valore complessivo di circa 5 milioni di euro è stato presentato dall’Autorità portuale del mare Adriatico meridionale alla presenza del sindaco di Bari Antonio Decaro e del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano.

Al piano terra, che si estenderà su una superficie coperta di 2.200 metri quadri e 400 metri quadri di porticato aperto, sarà sistemata la hall di ingresso, all’interno della quale saranno sistemati 10 desk destinati all’accoglienza e alla registrazione dei passeggeri e una sala d’attesa. Nell’area di imbarco, i controlli di sicurezza saranno effettuati da apparecchiature di ultima generazione: apparati radiogeni (scanner e rx) e portali magnetici per la rilevazione di metalli. Il progetto prevede, inoltre, la realizzazione di un’area per il drop-off (ricezione dei bagagli); una sala deposito bagagli (circa 600 metri quadri), accessibile ai passeggeri direttamente dalla banchina; aree servizi destinate alle forze dell’ordine; servizi igienici e diversi uffici.

Il piano primo, invece, una superficie complessiva di 950 metri quadri, sarà costituito da un’ampia sala di attesa, dotata di un bar con tavolini interni ed esterni posti sulla terrazza ‘Piazza del Mare’. La piazza, nelle intenzioni dell’Autorità portuale, potrà essere utilizzata dalla cittadinanza come foyer per eventi, conferenze, incontri. “La realizzazione di un nuovo terminal passeggeri – commenta il presidente dell’Autortià portuale Ugo Patroni Griffi – arricchirà la già ampia gamma di servizi offerti dal porto di Bari, che in questi anni si è imposto come uno degli scali polifunzionali più importanti in Italia e porta di collegamento con i Paesi dell’Est europeo e del Medio Oriente. Il mercato, specie quello croceristico, detta regole ben precise a cui bisogna assolutamente adeguarsi per non restare indietro,- continua il prresidente.

Le compagnie scelgono i porti sulla base di parametri ben precisi, come la presenza di strutture di accoglienza funzionali, moderne e dotate di tutti i confort. Con la costruzione del nuovo terminal- conclude Patroni Griffi- rafforziamo significativamente e strategicamente l’offerta Bari nei mercati italiani ed esteri”. Attualmente, l’accoglienza ai passeggeri viene effettuata presso prefabbricati e tensostrutture, indipendentemente dalle condizioni climatiche. Per la durata dei lavori tali strutture verranno spostate in un’area limitrofa dello stesso molo in maniera tale da consentire il normale funzionamento dei servizi ai passeggeri.

fonte RepubblicaBari.it