Approvata ieri all’unanimità in Consiglio Regionale la proposta di legge in materia di “Promozione dell’istituzione delle Comunità energetiche”.

La norma, a prima firma di Antonio Trevisi (M5S) e condivisa dal governo regionale, punta ancora sulla produzione di energia da fonti rinnovabili (come già con il reddito energetico).

L’obiettivo di questa legge, infatti, è quello di incentivare la produzione e lo scambio di energia prodotta da fonti rinnovabili, nonché nuove forme di efficientamento energetico con conseguente riduzione dei consumi, allo scopo di limitare progressivamente il ricorso al petrolio e ai suoi derivati. Con la costituzione delle “comunità energetiche” ad opera dei comuni, pertanto, si incentiverà la promozione dell’autoconsumo, allo scopo di massimizzare il consumo locale dell’energia e abbattere, in tal modo, i costi della bolletta energetica per cittadini e imprese.

Soddisfazione è stata espressa anche dall’Assessore, Mino Borraccino: “Si tratta di una disciplina dal contenuto innovativo che permetterà a comunità di persone, enti pubblici e imprese private di scambiare tra loro l’energia prodotta da fonti alternative.

Questo provvedimento si inserisce perfettamente nell’ambito della strategia portata avanti dal governo regionale in materia di decarbonizzazione e sostegno alla produzione di energia da fonte rinnovabile per cui la Puglia rappresenta un’eccellenza riconosciuta, ormai, non più solo a livello nazionale. Ringrazio, pertanto, il collega consigliere Trevisi per aver proposto questa iniziativa legislativa, così come ringrazio tutto il Consiglio regionale per aver approvato nell’ultimo mese ben tre proposte di legge in materia di efficientamento energetico, promozione della produzione di energia da fonte rinnovabile e decarbonizzazione, a dimostrazione della grande sensibilità che c’è nella nostra regione su questi temi. Mi riferisco alla legge approvata oggi, ma anche a quelle in materia di “reddito energetico” (sempre proposta dal Movimento 5 Stelle) e in materia di idrogeno e ammodernamento degli impianti eolici e fotovoltaici esistenti (proposta dal collega Enzo Colonna), approvate solo poche settimane fa. Sono tutti provvedimenti legislativi che confermano la leadership della Puglia in questa materia e ci pongono come punto di riferimento e avanguardia, in Italia e in Europa, nella strategia finalizzata a implementare un nuovo modello di sviluppo, orientato alla innovazione tecnologica, alla sostenibilità ambientale e alla condivisione delle risorse. Il governo regionale proseguirà con convinzione su questa strada perseguendo gli obiettivi in termini di riduzione della produzione di energia da fonte fossile stabiliti a livello nazionale e in sede di Unione Europea“.

POTRESTI ESSERTI PERSO: