polizia-locale
Polizia Locale

Un vigile urbano di Francavilla Fontana ha riconosciuto di aver sbagliato e prima del procedimento disciplinare si è inflitto da solo la sanzione: “Me lo merito”

Blocchetto, penna piena d’inchiostro e una bella multa sul parabrezza. Ogni volta che un vigile si avvicina a una macchina che ha commesso un’infrazione, violando il Codice della Strada, sono dolori per gli automobilisti di tutta Italia. In Puglia, però, è successo qualcosa di diverso. L’agente della polizia locale che sta facendo parlare di sé per un incredibile gesto vive e lavora a Francavilla Fontana, in provincia di Brindisi.

Nessuno è infallibile e questa persona lo ha confermato in tutto e per tutto, anche se ha avuto la compiacenza di ammettere l’errore. Tutto è cominciato quando l’uomo ha parcheggiato la propria vettura in uno spazio riservato ai disabili. Di solito si sentono notizie in cui chi ha un po’ di potere in più riesce a evitare le sanzioni che sarebbero previste per i cittadini comuni. Fortunatamente esiste anche l’eccezione che conferma la regola e questo vigile viene trattato quasi come un extraterrestre per quello che ha fatto. Cosa è successo subito dopo l’accertamento dell’infrazione.

Il vigile pugliese si è accorto del pasticcio combinato ed è andato oltre quello che è il regolamento disciplinare previsto per casi del genere. Normalmente i superiori della polizia locale infliggono un giorno di sospensione ai trasgressori, una sorta di “vacanza” per riflettere sullo sbaglio commesso. L’uomo ha invece anticipato qualsiasi decisione e si è auto-multato senza problemi.

Non si è sentito diverso dalle altre persone che di solito sanziona e si è inflitto una multa di 85 euro, esattamente l’importo stabilito per chi lascia la macchina nel parcheggio riservato ai portatori di handicap. La sanzione è stata pagata regolarmente e i soldi sono stati devoluti a un’associazione che si occupa di attività benefiche e di persone meno fortunate. Come hanno reagito i suoi superiori a un comportamento che (almeno per quel che riguarda il nostro paese) non è molto comune.

Antonio Cito, comandante della polizia locale francavillana, e Maurizio Bruno, sindaco di Francavilla Fontana, si sono complimentati con il vigile che si è auto-multato, sottolineando come la sospensione dal servizio sarebbe stata meno onerosa rispetto agli 85 euro pagati. Questo non toglie, però, che ci sarà un richiamo scritto per l’uomo. In poche parole, la sua distrazione non può essere dimenticata con il bel gesto.

Il primo cittadino ha ammesso di aver usato toni piuttosto duri con il vigile, in parte attenuati dall’apprezzamento per la beneficenza. Le sanzioni sono spesso una fonte unica di memorabilità per quel che riguarda le notizie di cronaca italiana.

POTRESTI ESSERTI PERSO: