La Commissione e l’Assessorato alle Pari Opportunità della Città di Francavilla Fontana, in occasione dell’8 marzo, organizzano una intensa tre giorni di appuntamenti sul tema “Genere, diritti, opportunità”.

Giovedì 7 marzo alle 20.30 si comincerà con lo spettacolo “La Sala d’attesa” di Stefania De Ruvo che andrà in scena al Teatro Italia. La messinscena, a cura della Compagnia Teatrale Il Sipario, affronta il tema della violenza di genere. La pièce è strutturata in dialoghi e monologhi, e anche se questi ultimi riguardano la storia di donne diverse, vanno a formare un’unica successione, perché tutte le storie di violenza hanno caratteristiche comuni. La Sala d’attesa è una sorta di limbo dove un gruppo eterogeneo di donne si ritrova ad aspettare sempre qualcosa di diverso. Tutte queste donne sono state vittime della violenza degli uomini ma non ne hanno memoria. Nel processo di recupero dei loro ricordi acquisiranno la consapevolezza necessaria per lasciare la sala d’attesa. Protagonisti sulla scena saranno Natalia Buongiorno, Marina De Milato, Angelica Elia, Carmen Fino, Angela La Sorsa e Genny Sapio per la regia di Tani Roma.

Venerdì 8 Marzo alle 18.00 al Castello Imperiali è in programma l’incontro sul tema “Le parole che escludono” una iniziativa dibattito sul linguaggio amministrativo sessista. Saranno presenti donne che racconteranno le loro storie e i loro punti di vista riguardanti i ruoli che una volta erano prettamente maschili. Relazioneranno la Prof.ssa Rosanna Basso, Docente di storia dell’Università del Salento, Claudia Ligorio, Presidente della Olimpia Calcio ed ex calciatrice, Maria Lucia Carone, Sindaca di Oria, e Beatrice Monopoli, Dirigente Scolastico dell’ITST Fermi di Francavilla Fontana. L’evento si aprirà con un video rivolto ai bambini della scuola primaria sui temi delle pari opportunità. Modererà Elisabetta Quaranta, componente della Commissione Pari Opportunità.

Sabato 9 marzo alle 9.00 presso il Castello Imperiali sarà la volta del laboratorio rivolto a genitori e bambini intitolato “Di Pari Passo” promosso da “Le Radici e le Ali Arciragazzi” per promuovere riflessioni e percorsi possibili per la partecipazione di tutti alla comunità e sulla conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, in particolare rispetto al ruolo di madre e lavoratrice. Introdurrà Stella Lavota, Consigliera Comunale e componente della Commissione Pari Opportunità.

“L’8 marzo rappresenta una data simbolica – dichiara la presidente della Commissione Pari Opportunità Tiziana Fino – il nostro obiettivo, di concerto con l’Assessore Sergio Tatarano, è di rendere questo simbolo qualcosa di concreto in tutti i giorni dell’anno. Per questa ragione la tre giorni affronta tematiche di particolare vulnerabilità per noi donne: la violenza, la discriminazione che emerge anche da un uso poco accorto del linguaggio, ed infine l’educazione di genere che instilla pregiudizi sin dall’infanzia. La parità passa dal rispetto e dal riconoscimento della differenza che deve essere valore aggiunto e non sintomo di menomazione”.