Quattro coltellate al marito, poco prima di cena. M.F:, 48 anni, è stata arrestata con l’accusa di tentato omicidio, aggravato da futili motivi, lui, F.B., 62 anni, è ricoverato in ospedale: non corre pericolo di vita.

La lite che ha rischiato di finire in tragedia è avvenuta a Francavilla Fontana, in un box in via Abbadessa, nel quartiere San Lorenzo, zona 167. Attorno alle 20.30 I vicini di casa hanno sentito urlare e hanno contattato il numero di pronto intervento: quando sono arrivati i carabinieri hanno trovato la donna in stato di agitazione. L’uomo si era accasciato sul pavimento in una pozza di sangue. E’ stato chiesto l’arrivo di un’ambulanza e l’uomo è stato portato in ospedale, al Perrino di Brindisi. Probabilmente sarà interrogato nelle prossime ore. Il coltello è stato trovato sul soppalco del box: lama di otto centimetri e mezzo. E’ stato posto sotto sequestro.

Intanto è stato trasferito nel reparto di chirurgia toracica del Vito Fazzi di Lecce. È verosimile che il presunto movente risieda nel fatto che la coppia vive da tempo una situazione critica: lei è nubile mentre lui è separato. Le prime testimonianze raccolte dai carabinieri riferiscono di continui sono i litigi che, a quanto pare, sarebbero riconducibili anche all’abuso di bevande alcoliche da parte dell’uomo. Le indagini dei militari avrebbero fatto emergere che, in alcune occasione, la donna avrebbe subito maltrattattamenti.

F. resta ristretta in carcere, nel braccio femminile di Borgo San Nicola, a Lecce, accusata di aver cercato di uccidere il convivente con quattro fendenti, due al torace e due alla schiena, probabilmente mentre l’uomo cercava di mettersi al riparo. Nelle prossime ore la donna affronterà l’udienza di convalida dell’arresto davanti al giudice per le indagini preliminari, alla presenza del sostituto procuratore Giovanni Marino e del suo avvocato.

POTRESTI ESSERTI PERSO: