Grandi e sorprendenti risultati hanno caratterizzato l’operato dell’Info-Point Locorotondo durante il periodo invernale di implementazione dal 1° dicembre 2019 al 15 gennaio 2020, grazie alla vittoria dell’Avviso pubblico regionale sugli interventi a sostegno della qualificazione e del potenziamento degli Info-Point turistici dei Comuni che aderiscono alla Rete regionale – Annualità 2019 (P.O.R. Puglia FERS-FSE 2014/2020 – Azione 6.8), di cui il Comune di Locorotondo è risultato aggiudicatario.

È stato un periodo festivo ricco di visitatori grazie alla collaborazione di molti operatori, associazioni e residenti, e la sinergia tra il Comune e l’ente gestore dell’Info-Point Locorotondo, Sistema Museo, ha portato alla presentazione e realizzazione di un progetto che ha riguardato diversi aspetti e che ha registrato importanti numeri: circa 2’000 persone sono state i fruitori dell’ufficio durante gli orari di apertura ordinari dal lunedì al giovedì, e straordinari dalle 9.00 alle 22.00 dal venerdì alla domenica e nei giorni festivi (Immacolata, Natale, Santo Stefano, Capodanno ed Epifania).

In base ai dati, rilevati in un format specifico, il 70% di visitatori sono stati italiani, provenienti dalla stessa Puglia o da altre regioni italiane, e il 30% stranieri, in particolare dagli Stati dell’Europa orientale, occidentale e del Nord Europa, ma anche da Australia, America e Giappone. Il servizio di accoglienza e informazione è stato erogato da personale qualificato, sempre a disposizione dell’utente, e vi è stato un intenso , costante e coordinato piano di comunicazione on line e off line attraverso i canali social, il servizio newsletter, l’informazione diretta e la distribuzione cartacea, riguardante tutte le attività del programma Natale nel Borgo, le immagini attrattive, le indicazioni e informazioni utili sul borgo e dintorni, sui luoghi da visitare, sui vicoli illuminati, sui servizi, sui trasporti e sulle manifestazioni di rilievo a livello locale e regionale.

Sono stati nove gli appuntamenti con le attività di animazione on-site gratuite “Locorotondo, A spasso nel tempo tra saperi e sapori”, due in più rispetto al numero previsto, svolte in co-marketing e collaborazione con aziende, enti, associazioni, operatori, scuole e artigiani del territorio, con cui si è dato risalto alla storia e alla produzione artigianale ed enogastronomica locale, e che hanno visto più di 120 partecipanti: protagonisti sono stati la suggestiva arte dell’intreccio di Vittorio Lupoli, il design creativo di Pino Incredix, la saggezza e maestria delle nonne della Domus Casa Neemia con la disponibilità dell’Associazione Anteas Locorotondo , l’euforia e curiosità del Consiglio Comunale dei Ragazzi dell’ Istituto Comprensivo Marconi-Oliva con la dedizione della Casa delle Abilità Speciali dell’Unitalsi Locorotondo, il gusto e sapore dell’olio extravergine di oliva col Frantoio Convertini e l’Arco dei Tipici, la Fondazione Its – Agroalimentare Puglia con le sue professionalità e competenze, la collaborazione del Centro Sociale Anziani, l’autentica fava D.E.CO. con il Paese delle Contrade e il delizioso vin cotto con Alfredo Neglia, la nobile arte della pietra con l’Associazione culturale Il Tre Ruote Ebbro.

Le attività rientravano in un progetto più ampio dal titolo “Eco di Puglia”, comprendente i Comuni di Locorotondo, Martina Franca, Monopoli, Ostuni e Grottaglie, con un ricco calendario programmato di appuntamenti, prenotabili on line su un’unica piattaforma e promossi attraverso i servizi on line e il materiale cartaceo dedicato. Il lavoro in sinergia con tutti gli operatori del territorio ha permesso di fornire continui aggiornamenti.

L’Amministrazione comunale esprime tutta la sua soddisfazione, poiché la vittoria del bando e la realizzazione del progetto hanno permesso di svolgere e erogare servizi professionali, mettendo in rete diverse realtà locali, e favorendo e puntando alla destagionalizzazione. In particolare l’Assessore al Turismo, Ermelinda Prete, e l’Assessore alle Politiche Sociali, Rossella Pulli, hanno puntato sul favorire l’integrazione tra l’aspetto turistico e l’aspetto sociale, con il coinvolgimento attivo di bambini e adulti appartenenti a varie realtà, alla scoperta e riscoperta di un passato che è un presente sempre vivo e che è importante conservare e tramandare.

POTRESTI ESSERTI PERSO: