“Stare dalla parte dell’Italia che cambia. Chi è stato protagonista della primavera pugliese e ha guidato fieramente il Partito democratico fuori dal recinto delle vecchie appartenenze, oggi può giocare in un solo campo di gioco. Michele Emiliano indossa la fascia da capitano e mettiti alla guida del fronte del sì al referendum costituzionale in Puglia”. L’onorevole barese Alberto Losacco ha le idee chiare sul ruolo che il Presidente della Regione Puglia può avere di qui a voto con cui i cittadini saranno chiamati a esprimersi sulla riforma della Costituzione approvata in Parlamento.

“Michele Emiliano – continua l’on. Losacco – ha saputo in questi dieci anni con la sua azione riformatrice interna al Partito democratico scompaginare i giochi. Abbiamo avuto in Puglia un partito aperto e plurale. Emiliano è riuscito nel non semplice compito di evitare, al nascente partito democratico, di restare schiacciato sulla allora predominante corrente diessina e dalemiana. E di portare il Pd a vincere e essere per due volte forza di maggioranza nelle elezioni regionali, al Comune di Bari e in altre realtà locali.

E’ stato oppositore della politica conservatrice di una classe dirigente che si stava dimostrando non più in grado di parlare ai cittadini. Di rinnovare quella classe dirigente. Di dire più volte NO a Massimo D’Alema, che in Puglia era a capo di quelle correnti conservatrici. Adesso che D’Alema conduce a viso aperto all’interno del Pd una battaglia per il NO alla tanto attesa riforma del sistema-paese, che per trent’anni anche il centrosinistra ha tentato di disegnare, Michele Emiliano da che parte vuoi stare?”.

Il parlamentare barese non ha dubbi: “Per la sua storia politica, per quello che Michele Emiliano ha rappresentato per il centrosinistra in Puglia sono convito che ci sia una sola risposta. Ed è quella di stare dalla parte dell’Italia che dice sì. Non c’è più il tempo per le ambiguità. Ci giochiamo il futuro del Paese. Ed è per questo che tutti dobbiamo prendere una posizione chiara. Il Presidente Emiliano dica subito, anche sabato in occasione dell’apertura della Fiera del Levante, se vuole guidare i pugliesi in una Italia in cui sarà più facile per il Parlamento fare una legge, per il governo fare scelte politiche, per i cittadini proporre leggi d’iniziativa popolare e referendum”.

POTRESTI ESSERTI PERSO: