Nota stampa dell’avv. Guglielmo Boccia, Responsabile cittadino degli Enti Locali Forza Italia.

Da un po’ di giorni a Martina Franca sono distribuiti dei questionari da compilare per fornire alcuni dati, volti alla costruzione di una mobilità sostenibile.

Il parere dei cittadini è indispensabile per migliorare una città. L’incrocio di necessità e problematiche diverse aiuta a capire su cosa concentrarsi e questi moduli potrebbero rivelarsi un buon metodo per avere un quadro generale dei disagi che attanagliano i cittadini. Ma il punto è che una mobilità sostenibile non mira a risolvere solo ed esclusivamente problemi di viabilità e scorrimento, ma anche di sostenibilità energetica e ambientale per il miglioramento della qualità dell’aria e la riduzione dell’inquinamento.
A questa tematica è dedicata solo una domanda del questionario.

In una città, dove il Comune ha realizzato addirittura un video per dimostrare la negligenza di cittadini che ad oggi non sono ancora in grado di fare la differenziata a cosa potrà portare la somministrazione di un questionario, se prima non si procede con un piano di progetti formativi che educhino alla sostenibilità?

Su Facebook la pagina del Comune parla di “scuole sostenibili” in rapporto al numero di questionari compilati, ma i ragazzi sanno cosa si intende per mobilità sostenibile? Forse la pianificazione di percorsi casa-scuola a piedi, la produzione di mappe e itinerari per la messa in sicurezza dei percorsi potrebbe rendere questi istituti davvero sostenibili.

Non è poi chiaro come verranno elaborati i dati raccolti, quali saranno le tempistiche e i metodi con i quali si intenderà procedere. Tuttavia auspichiamo nel buon esito di ogni nuova iniziativa.

POTRESTI ESSERTI PERSO: