Antonio Giovinazzi, 25 anni, di Martina Franca, ha realizzato il suo sogno e il prossimo 17 marzo sarà tra i venti cavalieri della velocità e del coraggio al via del primo Gran Premio di F1 della stagione 2019, a Melbourne, in Australia.

La sua storia, quasi una favola, rivive ora nel primo libro a lui dedicato “Giovinazzi: dalla Valle d’Itria alla F1. Cronaca di un sogno divenuto realtà”, scritto dall’appassionato giornalista e blogger barese, esperto di motori e F1, Adriano Cisario. La pubblicazione (ebook e cartacea) è disponibile nella sezione Motori dello store ebooks-kindle di Amazon.it.

Il pugliese, già terzo pilota Ferrari, è stato ingaggiato dal team Alfa Romeo Racing e così, oltre a rappresentare dopo sette anni di assenza l’Italia nella massima formula automobilistica, ha portato a compimento un viaggio breve e insieme lunghissimo, intrapreso fin da bambino, da quando all’età di tre anni il papà gli regalò un mini kart e la sua adolescenza fu segnata dalle imprese leggendarie del suo idolo ferrarista, Michael Schumacher.

Si tratta del resoconto agile e vivido della sua carriera, anno dopo anno, categoria dopo categoria, contraddistinta dal talento innato di un ragazzo mite e giovale, eppure animato da una ferrea determinazione. Soprattutto, è la storia di un giovane del Sud Italia con un progetto di vita difficile, se si considera la latitudine di partenza. Lo ha invece perseguito con assoluta convinzione, ha superato distanze, problemi e avversità, fino alla meta ultima.
E’ ancora solo l’inizio ma Giovinazzi ha già vinto la gara della vita: “Ho capito che se ci credi veramente i sogni si avverano”.

Adriano Cisario, giornalista e blogger specializzato motorsport, è nato a Bari nel 1965. Folgorato sulla via dei motori all’età di 11 anni, da quel fatidico 1976 nel quale la Formula 1 è diventata veramente globale grazie agli echi dell’epico duello Lauda – Hunt, è alla sua prima esperienza editoriale. Ha scritto articoli per il Quotidiano di Bari, la Nuova Gazzetta di Modena, il settimanale Sport Auto Moto ed è stato addetto stampa dell’Autodromo del Levante di Binetto (Bari). Ha effettuato uno stage presso la Direzione Comunicazione della Citroen a Neuilly-sur-Seine e nel 1994 gli è stato conferito il Premio “Amico dello Sport – Amico della Vita”. Dopo un primo sbarco sul web attraverso il proprio sito MotorNet.xoom.it ora è autore del blog di notizie, anticipazioni e storia dei motori Motor-Chicche.blogspot.com. La passione per le gare automobilistiche e in particolare per la massima formula, unita all’attenzione verso componenti umane di questo sport, lo hanno portato a dedicare un libro al pilota della sua stessa regione.