Diverse iniziative in città e nelle scuole lunedi 27 gennaio 2020 in occasione della “Giornata della Memoria”.

Le iniziative avranno il fine di ricordare la Shoah, le leggi razziali e antisemite, la persecuzione dei cittadini accusati di opposizione al totalitarismo nazista, gli italiani che subirono la deportazione, la prigionia, la morte dopo l’8 settembre 1943, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si opposero al disegno di sterminio, ed a rischio della propria vita, salvarono altre vite e protetto i perseguitati. Quest’anno, inoltre, ricorre il settantacinquesimo anniversario dall’abbattimento dei cancelli del campo di sterminio di Auschwitz, luogo-simbolo in cui l’odio razziale della Germania nazifascista si è espresso in forme tragicamente feroci.

L’Amministrazione Comunale, in collaborazione con le Scuole, ha organizzato l’iniziativa “Piantiamo il futuro” aderendo all’iniziativa del sindacato dei pensionati SPI-CGIL che prevede la piantumazione di un albero di quercia, donato dagli anziani, in ogni scuola alle ore 11.00 di lunedì 27 gennaio alle presenza di gruppi di studenti, docenti, assessori, consiglieri comunali ed autorità. Nello specifico, la posa a dimora degli alberi riguarderà i seguenti luoghi: Ateneo Bruni (I.C. Aosta e Liceo Classico Tito Livio): giardino del Monumento ai caduti; I.C. “Chiarelli “: Scuola di infanzia “Collodi”; I.C. “Giovanni XXIII”: Scuola di infanzia “S. Eligio”; I.C. “Grassi”: Scuola di infanzia “Casavola” (Chiancaro); I.C. “Marconi”:giardino dell’istituto ingresso via Pantaleone Nardelli; IISS “Da Vinci”- sede centrale Pergolo: giardino della scuola; Liceo scientifico “Tito Livio”-Pergolo:area verde di ingresso; IISS “Majorana”-sede centrale Pergolo: area verde ingresso. Su ogni albero sarà apposto un cartello, in memoria di tutte le vittime, con la scritta: “ La forza della Memoria e della Pace”.
Nel pomeriggio, inoltre, sono previste due iniziative culturali: al Villaggio di Sant’Agostino, nel Centro Storico, si svolgerà lo spettacolo teatrale, curato dal regista Pasquale Nessa e dalla compagnia “Le Quinte” “Primo”, liberamente tratto dal romanzo di Primo Levi “Se non ora, quando?” (5 repliche a partire puntualmente dalle ore 16.30 fino all’ultima prevista alle 20.30), in omaggio ai cento anni della nascita dello scrittore, con la partecipazione di rappresentanti delle classi delle varie scuole. Alle ore 19.00, la Fondazione Paolo Grassi ha programmato nel proprio auditorium, presso il Convento di san Domenico, l’esecuzione di un concerto per la Shoah.

“L’anniversario assume un senso particolare in quanto i recenti fatti di cronaca ad indice razziale, in Italia così come in Europa, minacciano un ritorno alle ideologie tipicamente naziste e razziste, debellate con la fine della seconda guerra mondiale. Ma con il valore e la necessità della Memoria, vogliamo sottolineare l’indispensabile valore della Pace, come condizione di vita e di esistenza di tutta l’umanità, per arginare ogni forma di violenza e di odio, e per questo abbiamo pensato a ricerche-azioni con i ragazzi per coltivare questi ideali con l’aiuto degli anziani che hanno donato gli alberi e che ringraziamo ” ha dichiarato l’Assessore alle Attività Culturali, Antonio Scialpi.

“Una bella azione molto significativa che guarda al futuro di Pace, di eguaglianza e di coesione della nostra comunità, partendo dalla conoscenza delle tragiche vicende storiche della Shoah” – ha sostenuto il sindaco Franco Ancona

POTRESTI ESSERTI PERSO: