Il Comune di Martina Franca, ed in particolare l’Ufficio Tributi, ha avviato in questi anni un processo di digitalizzazione degli atti e telematizzazione dei servizi

Il Comune di Martina Franca, ed in particolare l’Ufficio Tributi, ha avviato in questi anni un processo di digitalizzazione degli atti e telematizzazione dei servizi al fine di rendere sempre più semplice il dialogo tra i cittadini e l’Ufficio e agevolare il disbrigo di pratiche senza spreco di tempo e senza dover fare inutili file.

Tali azioni rientrano in un percorso più generale che il Comune di Martina Franca sta portando avanti in tutti i settori dell’Amministrazione, di innovazione dei servizi, sotto il coordinamento dell’Ufficio per la Transizione al Digitale.
Fra i tanti servizi attivati nell’ambito dei Tributi vi è LINKMATE, lo sportello telematico che, mai come in questo periodo di emergenza Covid, è risultato essere uno strumento all’avanguardia che ha consentito agli iscritti di poter usufruire in tutta sicurezza, comodamente da casa, dell’aiuto del personale dell’Ufficio Tributi. L’utilizzo del domicilio digitale consente, infatti, di ricevere informazioni tramite PEC e tramite posta elettronica semplice.

Altra iniziativa messa in atto nel 2019, con netto anticipo rispetto alla obbligatorietà prevista per legge, è il pagamento degli avvisi TARI con pagoPa, il sistema di pagamenti elettronici che rende più semplice, sicuro e trasparente qualsiasi pagamento verso la Pubblica Amministrazione.
Con riferimento ai servizi digitali ed al pagoPa, il Comune è stato selezionato come espressione di “Best Practice” poiché con oltre 43.000 incassi di bollettini PagoPA per la TARI nel 2019 è risultato essere tra i Comuni più virtuosi d’Italia e all’avanguardia per aver reso questa modalità di pagamento l’unica disponibile.

Si è discusso di questo nel corso di un webinar, organizzato Advanced Systems Spa, in cui è intervenuto per la parte tecnica il dott. Fabio Guarino (referente pagoPa del comune di Martina Franca). Il webinar puntava, fra le altre cose, ad illustrare ai Comuni che non hanno ancora aderito al nodo dei pagamenti PagoPA quali sono le potenzialità e i vantaggi che offre.

Nel corso dell’intervento del referente comunale sono stati evidenziati i traguardi raggiunti in termini di progresso e digitalizzazione da parte dell’Ente che si conferma essere uno dei pochi Comuni capofila nell’innovazione dei servizi offerti ai cittadini.
Al webinar ha preso parte anche l’Assessore all’Innovazione Valentina Lenoci: “Ancora un piccolo passo. Il contesto che stiamo vivendo ci aiuta a rafforzare la potata degli strumenti messi in piedi nel campo dell’innovazione e digitalizzazione del Comune di Martina Franca. Come mi è capitato di affermare diverse volte è un percorso che si compone di piccoli passi e di collaborazione tra tutti gli uffici comunali coordinati dal team per la Transizione al Digitale.

Devo ringraziare tutti i dipendenti comunali che con entusiasmo si mettono in gioco nel portare avanti questi percorsi che assicurano trasparenza all’operato del Comune e nel caso di specie alla Dirigente Merico, alla dott.ssa Pugliese, al dott. Guarino e a tutto il personale dell’Ufficio Tributi per il lavoro fatto in questo campo. Ancora molto spesso i cittadini sono vessati dal peso della burocrazia, i vecchi meccanismi non sono facili da scardinare e ì nuovi processi hanno bisogno di tempo per essere metabolizzati. Tuttavia sappiamo che sperimentare modi nuovi di operare della Pubblica Amministrazione porta i suoi risultati e rende soddisfatti i cittadini.

Ne abbiamo avuto una prova lampante: quando in tempi record abbiamo messo in piedi il sistema per lo smart working ancor prima che la norma lo rendesse obbligatorio; con le domande per la richiesta dei buoni spesa che per l’80% sono state fatte in modalità telematica in piena sicurezza per i cittadini; con i certificati online di Anagrafe e Stato Civile e oggi con questo risultato importante ad appena un anno dall’attivazione del pagoPa. Siamo in queste ore al lavoro con tutti i settori per il sistema di prenotazione degli appuntamenti, che contiamo andrà a regime nella prossima settimana”.

POTRESTI ESSERTI PERSO: