Nei giorni scorsi il Ministero dei Beni Culturali ha reso pubblico l’elenco dei Comuni che hanno richiesto la qualifica “Città che legge” documentando le attività relative al “Patto per la lettura”.

Nella città di Martina Franca è stata confermata la qualifica per il biennio 2020-2021, attestazione già ricevuta per il biennio precedente dopo aver presentato una ricca documentazione al Ministero dei Beni Culturali comprendente le iniziative prodotte in città nel biennio 2018-2019.
Tante le iniziative in città: il Patto per la lettura sottoscritto dalle diverse associazioni che si occupano meritoriamente della lettura, delle scuole, delle librerie; il“Festival della letteratura a fumetti” promossa dal Presidio del Libro; le rassegne letterarie e poetiche curate da “Riflessi d’arte”, “I Seminari di Marzo” dedicati agli scrittori e autori del Mediterraneo, gli incontri con autori e case editrici promossi con costanza da librerie, scuole, associazioni, le iniziative della Fondazione Paolo Grassi legate ai libri dedicati alla musica e non solo.

Nei prossimi giorni il Comune parteciperà al bando della Presidenza Generale della Biblioteca e Diritto d’autore del Ministero per i Beni Culturali per premiare, ulteriormente, l’aggiornamento del ricco patrimonio librario presente nella Biblioteca Comunale. Volge al termine, inoltre, la procedura per la fornitura del progetto di “Biblioteca di comunità” finanziato dalla Regione Puglia che modernizzerà completamente l’attuale Biblioteca rafforzando i punti di lettura anche fuori dalla Biblioteca.

“Siamo molto impegnati ad attuare la qualifica di ‘Città che legge’ che ci stimola a moltiplicare le iniziative per estendere il diritto della lettura sempre più rivolgendoci ai ragazzi e ai bambini in sintonia con le istituzioni formative e le scuole di ogni ordine e grado”, ha dichiarato l’assessore Scialpi.

POTRESTI ESSERTI PERSO: