Mercoledì 12 agosto 2020 ricorrono i settecentodieci anni del riconoscimento istituzionale del Casale della Franca Martina da parte del Principe di Taranto Filippo I d’Angiò.

La città di Martina Franca ricorderà questo storico evento, come avviene da dieci anni, con un convegno storico che si svolgerà a Palazzo Ducale nella sala del Consiglio Comunale alle ore 19.00. Lo storico Giorgio Sonnante, dopo i saluti del sindaco Franco Ancona e l’introduzione storica di Domenico Blasi, direttore del Gruppo Umanesimo della Pietra, che con il Comune organizza il convegno storico, relazionerà sul tema “ Clima, Pandemie e Società nella prima metà del Trecento”.

La festa civile di Martina, stabilita con delibera di Giunta nel giugno 2012, quest’anno si svolge all’insegna del distanziamento fisico per via del contagio Covid 19. Sì è ritenuto opportuno, pertanto, dedicare una riflessione storica al tema dei cambiamenti climatici e delle pandemie nel Trecento, nel nostro territorio e nei dintorni.

La relazione di Giorgio Sonnante illustrerà alcune fonti scritte utili a conoscere gli eventi metereologici estremi e le ricorrenti epidemie che si registrarono nel Tarantino nella prima metà del Trecento.
Dagli stessi documenti si evince che i sovrani, gli amministratori, gli ecclesiastici e gli uomini di varia estrazione sociale non si lasciarono sopraffare dalle avverse condizioni climatiche e sanitarie.

Essi, infatti, seppero imprimere rilevanti e durevoli cambiamenti nell’organizzazione del territorio, nella società e nell’economia.  La riflessione storica sarà completata da un ricco programma musicale. Il Piano Lab, progettato nel 2017 per questa manifestazione storica è stato brillantemente articolato e concluso sabato 8 e domenica 9 agosto. Un grande successo con 240 concerti di pianoforte diffusi in vari luoghi rilevanti della città.

Nelle sere di martedì 11 e di mercoledì 12, invece, nell’atrio dell’Ateneo Bruni sarà protagonista l’Orchestra Giovanile della Valle d’Itria che eseguirà un omaggio a Ennio Morricone con un Cine Music Festival. L’Orchestra Giovanile della Valle d’Itria, organizzata e diretta dall’illustre concittadino, il maestro Antonio Palazzo, è sostenuta dall’Amministrazione Comunale per la valorizzazione dei giovani talenti che risiedono nel nostro territorio e che frequentano anche i Conservatori. L’appuntamento è per le ore 20.30 all’Ateneo Bruni.

Il tutto si svolgerà all’insegna del rispetto delle norme anti-Covid e con ingressi contingentati. “La pandemia del Covid impone una riflessione storica per comprendere come i nostri antenati nei primi anni del Trecento affrontarono le ricorrenti pestilenze, compresa la malaria.” – dichiara l’Assessore alle Attività culturali e al Diritto allo Studio.

“La storia ci aiuta a comprendere anche il presente. “Martina Angioina” è stata pensata in questa prospettiva, da una parte il ritorno alle radici della nostra Comunità e dall’altra l’utilità per il presente storico. Inoltre, quest’anno abbiamo previsto un omaggio a Ennio Morricone con la neonata Orchestra giovane della Valle d’Itria. Una bellissima opportunità per i giovani, in un periodo in cui il turismo culturale sta riattraversando in modo positivo e diffuso la nostra città per visitare i preziosi luoghi storici ereditati, compresi gli ultimi restauri di alcune sale del Piano Nobile di Palazzo Ducale”.

POTRESTI ESSERTI PERSO: