La IX edizione delle Giornate Europee del Patrimonio è incentrata sul Palazzo Ducale e sullo straordinario tesoro degli affreschi del pittore Domenico Carella presenti nelle Sale del Piano Nobile recentemente restaurato.

Sabato 26 settembre, alle ore 11.00, nella Sala Consiliare del Palazzo Ducale saranno illustrati i lavori di restauro progettati a suo tempo dall’ Architetto Giovanni Narracci e realizzati nei mesi scorsi dalla restauratrice Maria Di Capua con la direzione dei Lavori dell’architetto Gianfranco Aquaro sotto la sorveglianza dell’ architetto Carmelo Di Fonzo. I lavori, finanziati dall’ Unione europea con la Regione Puglia e la compartecipazione del Comune di Martina Franca, sono stati eseguiti dall’ impresa di Taranto rappresentata da Antonio Galiuto. Gli interventi hanno riguardato, oltre le prime tre sale del Piano Nobile, anche il Piano Amezzato, la pavimentazione del primo piano e il recupero della Mansarda in precarie condizioni dove era conservato l’Archivio storico e di deposito.

Per le giornate del 26 e del 27 settembre sarà possibile visitare, con ingresso libero, la Mostra fotografica “Puglia 1900 – 1950. Lo sguardo del Touring Club Italiano” curata dal Festival dei Sensi e tratta dall’ Archivio del Touring club. La rassegna di foto inedite sulla Puglia 1950 sarà illustrata da Milly Semeraro sabato alle ore 11.00 durante la conferenza di illustrazione del restauro. I visitatori avranno anche l’ opportunità di apprezzare le 120 fotografie della mostra “Giorni nuovi” che sono esposte nelle Sale d’ Avalos e nell’ attiguo Salone di esposizione. L’ allestimento è stato curato dalla Fondazione Giorgio De Ponzio e dall’ associazione “Welcome in Foto mission’ che compie dieci anni di attività artistica.

Le Giornate Europee del Patrimonio, organizzate dal Ministero dei Beni culturali in Italia, sono state volute dal Consiglio europeo negli anni ’90. Si svolgono in diversi paesi europei e mirano a far conoscere il grande patrimonio culturale per farlo apprezzare e trasmetterlo alle future generazioni.

“Il Palazzo Ducale di Martina è la nostra preziosa eredità culturale dei Caracciolo che con Petracone V nel 1688 ne iniziarono l’ edificazione. Abbiamo riportato al suo splendore originale il Paliotto della Cappella Caracciolo-Pignatelli. Il Palazzo Ducale è ormai la tappa di prestigio di migliaia di visitatori per tutta la Valle d’Itria e per noi ormai è un grande contenitore culturale di alto profilo” dichiara Antonio Scialpi, coordinatore delle giornate europee del Patrimonio e Assessore alle Attività Culturali.

“Giunge a compimento un altro obiettivo strategico di Agenda Martina e lavoreremo con la Regione ancora nel prossimo biennio ad un ulteriore lotto di restauro del nostro splendido Palazzo Ducale”, sottolinea il Sindaco Franco Ancona.

POTRESTI ESSERTI PERSO: