Omicidio Maldarella, svolta nelle indagini la Polizia arresta madre e padre dell’omicida. Incessante il lavoro degli agenti del Commissariato di Ostuni coordinati dal dott. Gianni Albano.

Giornate intense per gli agenti del Commissariato di Ostuni, che da sabato scorso incessantemente indagano sull’uccisione di Giuseppe Maldarella.

Dopo l’arresto del giovane Lorenzo Moro, nelle scorse ore sono stati notificati altri due fermi, alla madre e al padre dell’arrestato. Moro è stato trasportato presso il carcere di Brindisi, mentre la D’Amico è stata associata al carcere di Lecce. In queste ore sono ancora in corso indagini per ricostruire l’accaduto, spetterà al dirigente del Commissariato di Ostuni Gianni Albano ed al suo staff.

Di seguito la nota diffusa dalla Questura di Brindisi

“Per l’intera giornata di ieri sono continuate le indagini degli agenti della Squadra Mobile e del Commissariato di Ostuni, coordinate dalla Procura della Repubblica di Brindisi, per far luce sull’omicidio commesso nella serata di sabato scorso.

L’attività investigativa è stata caratterizzata da una serie di sopralluoghi e dalla escussione di testi. In particolare, gli inquirenti hanno svolto accertamenti tesi a ricostruire la dinamica dell’aggressione fatale al Maldarella Giuseppe.

All’esito dell’attività svolta sono stati notificati due provvedimenti di fermo di indiziato di delitto per concorso in omicidio volontario e lesioni volontarie aggravate a carico di Moro Domenico Germano, di anni 45, e di D’Amico Cinzia, di anni 41, rispettivamente padre e madre del giovane arrestato domenica mattina.

Le indagini sono tutt’ora in corso da parte degli investigatori”.

POTRESTI ESSERTI PERSO: