In occasione dell’annuale ricorrenza di San Michele Arcangelo, Patrono della Polizia di Stato, la Questura di Brindisi, accogliendo con grande piacere l’invito del Sindaco Giovanni Allegrini, celebrerà lunedì 30 settembre 2019 il Santo Patrono nella Comunità di San Michele Salentino.

In quel Comune, infatti, ed in particolare nell’attuale Piazza Marconi, fu ritrovata, da un contadino del luogo, una statua in pietra del santo guerriero. Questo evento, che influenzerà la denominazione della masseria-nucleo embrionale di San Michele Salentino, fa presupporre la presenza di uno sconosciuto insediamento in tale luogo, forse ricollegabile al monachesimo orientale. In tale ambito la devozione per il Santo assunse una connotazione agro-pastorale, legata cioè all’attività che la popolazione locale da tempo immemore ha esercitato per garantirsi la propria sopravvivenza.

Le processioni dedicate al Santo, infatti, in due diversi periodi dell’anno, a maggio e settembre, coincidevano, la prima, in prossimità dell’arsura estiva, con la richiesta di una stagione ricca di pioggia, mentre la seconda con la fine del raccolto, per benedire l’inizio del nuovo ciclo produttivo, quello oleario.

Lunedì 30 settembre, alle ore 11:30, sarà celebrata la Santa Messa presso la Chiesa di San Michele Arcangelo che sarà presieduta dall’Arcivescovo di Brindisi-Ostuni, Mons. Domenico Caliandro.

Alla cerimonia parteciperanno, oltre alle massime Autorità della provincia, iscritti e simpatizzanti delle associazioni della Polizia di Stato e tutti quei cittadini che con la loro presenza intendono esprimere vicinanza all’istituzione. Sarà particolarmente gradita la presenza delle scolaresche di ogni ordine e grado.

Anche quest’anno, per dare un valore aggiunto alla festa di San Michele Arcangelo quale momento di massima espressione esterna, la ricorrenza verrà arricchita da un’iniziativa di forte comunicazione, denominata “Family Day”, volta a favorire momenti di incontro tra il personale ed i propri familiari nei luoghi e negli ambienti di lavoro, consentendo la visita alle strutture e ai mezzi utilizzati nell’attività quotidiana che saranno presenti in Piazza Marconi.
Il Questore di Brindisi, con la celebrazione della ricorrenza aperta a tutti i cittadini intende rinnovare simbolicamente il “patto” con la comunità brindisina per la realizzazione del bene comune.

POTRESTI ESSERTI PERSO: