Caso Fracchiolla: Comunicato Stampa del PD di San Vito

Il Partito Democratico di San Vito dei Normanni apprende con sorpresa la decisione del Consigliere Fracchiolla di abbandonare la maggioranza in Consiglio Comunale. “Scarne e deboli le motivazioni”.

Abbiamo atteso con pazienza ma inutilmente per qualche settimana, le motivazioni ufficiali che hanno spinto il Consigliere Fracchiolla ad abbandonare il gruppo di maggioranza per trasferirsi sui banchi dell’opposizione. Non avendo avuto alcuna smentita, necessariamente dobbiamo rifarci a quanto riportato dagli organi di stampa. Non ci piace il metodo, a dir la verità, ma vogliamo concentrarci sul merito. Quelle riportate dalla stampa ci sembrano motivazioni deboli e scarne, ma non dubitiamo che siano frutto di proprie riflessioni, assolutamente legittime. Ci sorprende, questo dobbiamo dirlo, la totale assenza di interventi sulle questioni da lui enunciate nei vari Consigli Comunali di questi anni.

Avremmo preferito, proprio in virtù della coerenza da lui invocata, che delle motivazioni si fosse discusso nelle sedi istituzionali, come per esempio in occasione dell’approvazione del Bilancio di Previsione 2018. Sarebbe stato un atteggiamento rispettoso, non tanto nei nostri confronti, quanto nei confronti di tutti gli altri componenti del Consiglio. E soprattutto per i cittadini Sanvitesi, i quali avrebbero ascoltato da fonte diretta le cause dell’allontanamento, senza rischiare eventuali distorsioni. Per le identiche motivazioni, in verità, sarebbe stato auspicabile che il “gruppo di opposizione”, nella stessa seduta, spiegasse le motivazioni politiche che hanno spinto ad accogliere il Consigliere Fracchiolla. Questo non è accaduto. Prendiamo atto del modo, quanto mai sorprendente, di intendere la politica da parte del gruppo di opposizione.

Non riusciamo a capire le cause che hanno portato il Consigliere Fracchiolla a riconoscere la coerenza del gruppo di opposizione tanto da rinnegare la propria coerenza, essendo stato eletto – lo ricordiamo – nella squadra del sindaco Conte. Partiamo quindi dalla seduta ad oggetto il Bilancio di previsione 2018, per tentare, per cercare di individuare almeno una parte di queste motivazioni.

Forse la mancata coerenza di cui parla il Consigliere Fracchiolla è rappresentata dalla più grande e importante opera realizzata in questi anni dall’attuale Amministrazione: l’aver fronteggiato, con responsabilità, debiti per quasi 500 mila euro fuori bilancio, ereditati da precedenti “allegre” gestioni amministrative. Forse per onestà intellettuale e coerenza – questa volta davvero – l’attuale gruppo di opposizione dovrebbe riconoscere una volta per tutte davanti ai propri elettori e cittadini la responsabilità di quelle scelte scellerate. Certamente non si può affermare che il consigliere Fracchiolla non ne sia a conoscenza.

I documenti e le carte sono a disposizione di tutti anche dei vari “ROBIN HOOD” locali e provano le responsabilità delle Amministrazioni precedenti. Ci sembra evidente quanto tale debito abbia pesato in questi anni sulla gestione economica della nostra cittadina e soprattutto sui cittadini sanvitesi.

Forse il consigliere Fracchiolla avrà trovato incoerente nel Bilancio di Previsione la decisione dell’Amministrazione Conte di destinare all’arredo urbano, per la prima volta nell’ultimo trentennio, la somma di 150 mila euro. Certo non sono sufficienti, ma è un primo passo e soprattutto la prova di aver preso a cuore il problema dello svuotamento del centro storico.

Oppure sarà incoerente per il Consigliere Fracchiolla l’esenzione del 50% della TARI per i commercianti o piuttosto l’esenzione totale per coloro che avvieranno una qualsiasi attività commerciale nella zona del centro storico.

Ma non è tutto: forse la mancata coerenza dell’attuale Amministrazione sta nell’aver previsto un impegno di quasi un milione di euro per mettere in sicurezza il campo sportivo comunale e dotarlo di manto erboso. Un’occasione per offrire finalmente strumenti adeguati alla società sportiva di calcio locale e per dare ai tanti tifosi le soddisfazioni che aspettano da troppi anni. Anche noi siamo convinti che i campionati si possano vincere disponendo di una struttura adeguata.

Ancora, potremmo pensare che sia stato incoerente per il Consigliere Fracchiolla l’aver destinato investimenti per quasi 160 mila euro per la messa in sicurezza del manto stradale cittadino. Potemmo continuare ed aspettiamo sempre fiduciosi, con pazienza, di ascoltare dalla voce del Consigliere Fracchiolla cosa trova incoerente nelle scelte dell’attuale Amministrazione.

Un ultimo appunto va ai colleghi dell’opposizione, i quali non riescono ad uscire dai giochetti di una vecchia, stantia, asfittica e becera politica. L’assalto alla diligenza di questi ultimi giorni è sintomatica di una politica che preferisce distruggere invece che proporre. A loro chiediamo di essere coerenti con il loro mandato elettorale e seppellire una volta per tutte quelle cattive pratiche che incoraggiano il trasformismo e che hanno ammorbato la nostra Repubblica per anni. Azioni da “piccolo mercato di quartiere”, che forse sono presenti nel loro DNA. Azioni di mercimonio e di accattonaggio spicciolo, che certamente non fa loro onore e non contribuiscono alla crescita di San Vito.

Così come non fa onore ai propri elettori, lo diciamo con tristezza, chi sceglie di cambiare casacca. Se proprio il cons. Fracchiolla vuole confrontarsi sulla coerenza, interroghi innanzi tutto la propria coscienza e convenga con noi che la sua è stata una scelta irrispettosa nei riguardi di chi lo ha eletto. E le giustificazioni non reggono…

08 Maggio 2018

Partito Democratico

Circolo di San Vito dei Normanni

Guarda Anche
Scelti Per Te