San Vito dei Normanni: Corso di formazione-informazione politica

Importante serata venerdì 22 giugno ’18 svoltasi nella splendida cornice del Chiostro dei Domenicani della nostra comunità sanvitese.

Prossimo appuntamento sarà venerdì 6 luglio ore 19.00 nel Chiostro di San Domenico per parlare di: Micro-credito e imprenditoria giovanile: dare credito alle speranze.
Relatrice dott.ssa in economia Federica De Benedetto.

Alle ore 18.45 si è dato il via al corso di formazione-informazione politica organizzata dai giovani di Forza Italia di San Vito dei Normanni.

“ E’ necessario restituire valore positivo alla politica, formare una nuova classe politica dirigente per il bene della nostra città”, questo è stato il motore che ha spinto questi ragazzi a mettersi in gioco e decidere il percorso attraverso cui muoversi per raggiungere l’obiettivo fissato. Tale corso è rivolto ai giovani, e non solo, che vogliono conoscere come funziona la vita politica, amministrativa, economica e sociale della Res Publica per parteciparvi in modo più consapevole e cosciente.

Il corso è orientato, partendo dalla fonte primaria della Costituzione, alla conoscenza delle funzioni e attività:
del consiglio comunale;
della giunta comunale;
del sindaco;
degli uffici e dei servizi.

Per affrontare comprendere le funzioni e le attività degli organi amministrativi, bisogna partire dalla base e cioè dalla Costituzione Italiana. Essa rappresenta lo “ strumento” attraverso il quale osservare le linee portanti non solo dell’apparato statale, ma anche e soprattutto dell’evoluzione dell’intera società, che,così, dall’ “io” si apre al “noi” (A. Saitta). Del resto il prof M. Fioravanti sosteneva “ una democrazia vale se vale la sua Costituzione. Ma questa, a sua volta, vale se si è stati capaci di esprimere in essa principi fondamentali condivisi….” . come ad esempio la precedenza della persona umana davanti allo stato,la libertà, i diritti sociali, tutti principi che continuano ad avere stringente “attualità”.

Della Costituzione Italiana si potrebbe parlare all’infinito, ma penso che tra tutte le definizioni date, la seguente sia, per me, una delle più significative: la Costituzione “non è che un pezzo di carta: la lasci cadere e non si muove. per animarla serve un popolo, serve una passione” (P. Calamandrei). Affinchè tale pezzo di “carta” si animi è bene conoscerlo,studiarlo, approfondirlo per meglio esserne informati e responsabili.

Ad affrontare il primo argomento del programma ovvero LA COSTITUZIONE (note storiche; struttura, contenuti ed organizzazione dello stato; vivere concretamente la Costituzione), è stato l’avvocato Emilio Graziuso, patrocinante in cassazione, Dottore di Ricerca presso l’Università di Bari, componente del Consiglio Direttivo Nazionale Confconsumatori e Direttore Scientifico del “Centro Studi Persona, Diritto e Mercato”. Svolge la professione forense occupandosi prevalentemente di Diritto civile, bancario e diritto dei Consumatori. Docente nei corsi di formazione Giuffrè e-learning, relatore a convegni e seminari giuridici ed autore di numerose pubblicazioni e monografie in materia di diritto civile e dei consumatori. Ultima fatica pubblicata è proprio di questi giorni: si tratta del libro “ La Costituzione spiegata agli italiani” di Enrico Cuccodoro & Francesco Dotti con Raffaele Marzio, Emilio Graziuso e Alessandro Cannavale.

L’incontro con l’avv. Graziuso è stato davvero illuminante perché ha posto l’attenzione sull’ importanza della conoscenza storica della Costituzione sottolineando quanto ciò sia fondamentale per tutte quelle donne e quegli uomini che vorranno vivere e amministrare il nostro domani. Nel suo excursus storico ha evidenziato quante numerose siano state le donne e uomini che hanno lottato e perso la vita per la nostra LIBERTA’ fino ad arrivare ai giorni nostri, tempo in cui non si dà importanza alla libertà convinti di non averla guadagnata ma acquisita di diritto. Per questo bisogna conoscere il passato per correggere il presente e modificare sempre in meglio il futuro.

Ringrazio tutti gli intervenuti,in particolare tutti i giovani rappresentati da Vincenzo Calabretti ( coord cittadino. F.I.G. ) infaticabile stacanovista, Mario Schena (coord. Provinciale F.I.G. ) sempre presente alle nostre iniziative, l’avv. Emilio Graziuso per la sua lectio sulla Costituzione e la sua disponibilità,l’avv. Alberto Magli, amico fraterno, per la sua preziosissima collaborazione,e infine un ringraziamento speciale va al dott. Luigi Boggia (consigliere comunale capogruppo di F.I.) pilastro portante del nostro gruppo che, con il suo supporto morale e la sua presenza, ci stimola e incoraggia ad andare sempre avanti facendo sì che le iniziative si possano realizzare.

Vi riporto di seguito alcune riflessioni che alcuni ragazzi hanno espresso dopo l’incontro con l’avv. Graziuso:
“Dell’incontro di ieri sera mi è rimasto impresso il fatto di evidenziare l’importanza della nostra Carta Costituzionale come insieme di regole per vivere da cittadini e tra cittadini italiani”. ( V. C.)
“La lezione con l’avv. Graziuso è stata un viaggio alla scoperta delle nostre radici, un viaggio per capire chi siamo, un viaggio che ci ha fatto comprendere quanto valore abbia nelle nostre vite la Carta Costituzionale. Le parole dell’avvocato sono state un monito per noi giovani: dobbiamo capire il perché delle cose, dobbiamo essere curiosi, abbiamo il dovere di conoscere la nostra storia per poter comprendere il senso di tutto ciò che viviamo affinché i giovani possano prendere in mano questo Paese e renderlo un posto migliore per tutti”. ( A. S.)

“Soffermarsi sul valore dello Stato, aiuta sicuramente a diventare cittadini consapevoli e innovatori. Spetta quindi alla volontà del singolo apportare dei progressi”. (L. N.)
Nella serata del 22 Giugno 2018 l’avvocato Emilio Graziuso ha contribuito a condividere, con giovani e non, le sue conoscenze in ambito di Costituzione, regalando vari spunti da seguire ed approfondire circa la situazione politica attuale, spesso da noi relegata così lontano dalle nostre esigenze. La Costituzione, legge fondamentale dello Stato, non è più vissuta attivamente, come meriterebbe dato che tantissimi hanno lottato e dato la vita. Il nostro interlocutore ha stimolato in noi la voglia di imparare a militare dietro i nostri padri costituenti e capire in che modo rendersi partecipi di una realtà che è ancora lì, con la sua bandiera e la sua storia, ad attenderci come cittadini informati e coscienti, piuttosto che semplici tifosi.
F. D.L.

Guarda Anche
Scelti Per Te