San Vito dei Normanni: grande successo per Stranormanna 2018

Oltre 300 iscritti e 270 classificati finali, 35 società provenienti dall’intera provincia di Brindisi, ma anche dal barese e dal tarantino, 50 premiazioni totali: sono questi i numeri della Stranormanna 2018 che si è corsa nella mattinata di domenica 28 ottobre.

Un altro importante successo raccolto dall’ATALAS San Vito che conferma così il suo grande ed apprezzato valore organizzativo.

Nonostante le avverse condizioni meteo che hanno creato non poche difficoltà allo staff guidato dal presidente Caiolo nelle fasi di allestimento della piazza e reso il percorso ancora più difficile, la gara si è svolta senza problemi anche grazie alla preziosa collaborazione delle forze dell’ordine, dei volontari della Protezione civile di San Vito, Carovigno e dell’ERA Brindisi, della Fratellanza Popolare di San Vito che ha garantito l’assistenza sanitaria e degli amici del Bici Club San Vito che hanno fornito il servizio di scorta agli atleti lungo tutto il percorso.

Purtroppo proprio il meteo inclemente ha costretto gli organizzatori ad annullare l’ esibizione degli atleti del settore giovanile dell’Atalas e quella dei ragazzi dell’A.S.D. Polisportiva Amicizia San Vito, previste subito dopo la partenza della gara.

La Stranormanna 2018 valida come 14° tappa nel circuito FIDAL provinciale “Sulle vie di Brento” ha visto trionfare tra gli uomini Francesco Caliandro della A.S. D. Atletica Carovigno che ha chiuso la gara in 33 minuti e 41 secondi; per le donne, invece la prima a tagliare il traguardo è stata l’atleta dell’A.S.D. Atletica Monopoli Daniela Tropiano in 38 minuti e 6 secondi. Per Caliandro è la quarta affermazione nella gara sanvitese, la prima dopo il recente rientro alle gare dopo un lungo stop, mentre per la Tropiano è la prima affermazione nella cittadina normanna.

In casa Atalassina da segnalare gli ottimi piazzamenti di Domenico Iaia (in 39’45’’) 47° assoluto e 10° di categoria, Carlo Pignatelli (in 40’17’’) 56° tra gli assoluti e 9° di categoria, Anna Maria D’agnano (in 44’00”) 115° assoluta e 2° di categoria, Giuseppe Iaia (in 44’02”) 120° assoluto e 4° di categoria, Daniela Sava (in 45’03”) 134° assoluta e 1° di categoria e Fabio Macchitella (in 46’20”) 158° assoluto e 30° di categoria.

La Stranormanna, come sempre, vuol dire anche solidarietà e memoria: si è celebrato infatti il 6° Memorial Domenico Loparco, atleta Atalassino prematuramente scomparso, ma rimasto nel cuore di tutti, sportivi e non. Momento emozionante, infatti, quello del ricordo di Domenico, che ha visto la presenza sul palco dei suoi familiari che hanno voluto rendere omaggio assieme a tutti i partecipanti all’impegno non solo sportivo, ma anche sociale di Domenico. Una speciale targa ricordo è stata consegnata all’atleta Giuseppe Colella (AS. Team Francavilla), primo classificato per la Categoria SM35, proprio quella a cui apparteneva Domenico quando militava nelle fila atalassine.

Questo il commento del presidente dell’Atalas Raffaella Caiolo: “Una nuova Stranormanna, una nuova sfida, un’altra prova. La vita non smette mai di farci annoiare, ci stupisce, ci regala momenti bui, ma al contempo ci regala attimi che solo gli occhi di chi li vive può saper raccontare ed i cuori, da più parti interessati, sanno trarre forza e linfa vitale. Si sa che le cose non sono mai facili ed anche questa edizione ha dovuto scontrarsi con difficoltà’, ostacoli, imprevisti e battute d’arresto, ma il cuore atalassino ha saputo affrontare tutto ciò e la forza di uno è divenuta la forza di tutti: il coraggio, la perseveranza, la temerarietà’ hanno caratterizzato il nostro agire ed il nostro operare.

La Stranormanna rappresenta un voler essere, un voler dire al mondo intero che in qualsiasi angolo ed in qualsiasi luogo, c’è una passione che anima, vi sono delle emozioni che ardono dentro e che ci aiutano a vivere la vita stessa con coraggio ed ardore nonostante tutto!

L’Atalas è una famiglia ancor prima di essere squadra, è condivisione di valori che vanno ben oltre quelli meramente sportivi: la Stranormanna è l’espressione e la realizzazione viva e concreta di ciò che siamo.

L’ Atalas è anche rivivere Domenico in tutta la sua bellezza, nel suo amore per la vita e per le sfide che essa ci pone davanti: un atleta, un compagno di squadra, un amico da cui imparare tanto!

Uno speciale ringraziamento – conclude il Presidente – a tutti i partners commerciali per il grande e fondamentale supporto garantito anche in questa edizione e con cui è giusto condividere il merito del successo organizzativo della Stranormanna, manifestazione che ormai rientra a pieno titolo nel calendario degli appuntamenti sportivi della città di San Vito dei Normanni.”

Comunicato Stampa A.S.D. Atalas San Vito dei Normanni

Guarda Anche
Scelti Per Te