Denunciato un uomo per procurato allarme e interruzione di pubblico servizio

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Vito dei Normanni al termine di accertamenti, hanno deferito in stato di libertà un 62enne da San Michele Salentino.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Vito dei Normanni al termine di accertamenti, hanno deferito in stato di libertà un 62enne da San Michele Salentino, poiché lo stesso si è reso responsabile di avere procurato un ingiustificato allarme con ripetute telefonate effettuate al numero di emergenza “112”, richiedendo ingiustificati interventi delle Forze dell’Ordine e del personale Sanitario del “118”, causando plurime interruzioni di servizio di pubblica necessità. Nello specifico, l’uomo:

· dal 1° al 28 ottobre 2018, ha contattato per ben 16 volte il numero d’emergenza “112”, interloquendo con diversi militari di servizio presso la centrale operativa del Comando Provinciale di Brindisi, utilizzando altresì toni e frasi provocatorie, al fine di ottenere un contatto telefonico con i propri familiari o per farsi prescrivere farmaci antidolorifici;

· nel corso della notte del 29 ottobre u.s., ha richiesto ed ottenuto l’intervento di una pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Vito dei Normanni presso la propria abitazione, rappresentando ai militari intervenuti un presunto malessere; sul posto giungeva anche personale della guardia medica di San Michele Salentino, che però ha certificato il buono stato di salute dell’uomo;

· infine, nella mattinata del 30 ottobre, l’uomo si è recato presso l’ambulatorio della predetta Guardia medica, al fine di ottenere la copia del referto compilato dal personale sanitario intervenuto e, nell’occasione, ha inveito senza giustificato motivo, contro il medico di turno e i Carabinieri della locale Stazione prontamente giunti sul posto.

Guarda Anche
Scelti Per Te