Tenta di asportare da un terreno, caricandoli sulla sua autovettura 4 quintali di legna, vistosi scoperto abbandona l’auto denunciandone falsamente ai Carabinieri il furto per affrancarsi dalle responsabilità. Scoperto, è stato denunciato per furto e simulazione di reato.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile e della Stazione di San Vito dei Normanni al termine degli accertamenti hanno deferito in stato di libertà un 69enne del luogo per furto e simulazione di reato. L’uomo in una contrada rurale di San Vito dei Normanni, dall’interno di un terreno agricolo ha prelevato 4 quintali di legna d’ulivo caricandoli sulla sua autovettura.

Nel mentre stava effettuando tale attività si è accorto di essere stato notato da un uomo e pertanto ha abbandonato auto e legna allontanandosi. L’uomo che ha notato il singolare movimento ha avvisato dell’evento i Carabinieri ai quali ha fornito i particolari somatici e dell’abbigliamento del soggetto che si era allontanato.

I militari giunti sul posto hanno notato la vettura carica di legna con le chiavi inserite impantanata nel fango. Frattanto il proprietario del mezzo pensando di eludere le indagini si è cambiato d’abito recandosi presso la Stazione dei Carabinieri del suo comune per denunciare il furto del mezzo al fine di affrancarsi da responsabilità.

I consequenziali accertamenti hanno permesso di appurare la reale dinamica degli eventi rinvenendo a casa dell’uomo i vestiti e le scarpe utilizzate per il furto intrisi di fango e pezzetti di legna. Il responsabile a seguito delle contestazioni ha ammesso le sue responsabilità.