I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di San Vito dei Normanni hanno arrestato un 42enne del luogo in flagranza di reato.

I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di San Vito dei Normanni, diretti rispettivamente dal tenente Alberto Bruno e dal capitano Antonio Corvino, hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, il 42enne del luogo, F.F perché sorpreso a cedere una dose di cocaina a un 35enne, operatore in un centro di accoglienza del posto.

Lo scambio è avvenuto sotto gli occhi dei militari, nei pressi di un bar del posto: “Tra i due vi è stato un iniziale abbraccio e scambio di parole quindi il Furone si è allontanato pochi passi da questi chinandosi vicino ad un vaso di piante, posizionato lungo il muro perimetrale della piccola piazzetta antistante quell’esercizio pubblico, da dove ha prelevato qualcosa che ha consegnato al 35enne; quest’ultimo, a sua volta, ha fatto altrettanto”. Si legge in una nota dei carabinieri.

Insospettiti dal comportamento, i carabinieri hanno fermato e sottoposto a perquisizione F. che ha consegnato spontaneamente un involucro trasparente contenente cocaina, per un peso complessivo di 0,60 grammi. Nel suo portafogli è stata rinvenuta la somma contante di 40 euro che è stata ritenuta provento di spaccio.

Il 35enne, anch’egli sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso di 0,30 grammi di cocaina, dichiarando di averla acquista poco prima da un soggetto all’esterno del locale per 40 euro. Su disposizione dell’Autorità giudiziaria, dopo le formalità di rito, F. è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione, mentre il 35enne è stato segnalato all’Autorità Amministrativa per detenzione per uso personale di sostanze stupefacenti.

negrita francavilla fontana