La procura della Repubblica di Brindisi ha emesso nei confronti di cinque soggetti l’avviso della conclusione per le indagini preliminari, in quanto ritenuti responsabili a vario titolo dei reati di spaccio di sostanze stupefacenti ed estorsione.

La Procura della Repubblica di Brindisi, sulla scorta delle risultanze investigative di una complessa attività di indagine condotta dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di San Vito dei Normanni, ha emesso nei confronti di cinque soggetti l’Avviso della Conclusione per le indagini preliminari, in quanto ritenuti responsabili a vario titolo dei reati di spaccio di sostanze stupefacenti ed estorsione.

Le intercettazioni telefoniche ed ambientali hanno incardinato la presenza di innumerevoli cessioni di sostanza stupefacente del tipo eroina e marijuana poste in essere nel comune di Carovigno (BR) nell’anno 2013, da L.A. (classe 1979), L.V. (classe 1984), C.A. (classe 1990), L. L. A. (classe 1990) e L. S. (classe 1995).

Sempre nel corso dell’attività d’indagine, le intercettazioni telefoniche ed ambientali hanno fornito pregnanti elementi probatori circa la presenza di attività estorsive condotte da L. V., il quale in più circostanze, utilizzando violenza e minaccia, ha preteso dai suoi acquirenti la consegna del denaro provento delle cessioni di sostanze stupefacenti dai suddetti poste in essere.

POTRESTI ESSERTI PERSO: