Bambina di due anni soffocata in spiaggia da acino d’uva

La piccola vittima era di Villa Castelli ed era al mare con i genitori. Il fatto è accaduto a Marina di Lizzano, nel Tarantino.

Tragedia oggi su una spiaggia libera a Marina di Lizzano, dove una bambina di due anni di Villa Castelli, che era andata al mare con i genitori, ha tentato di ingoiare un acino di uva che invece le ha ostruito la trachea.

Dopo i primi minuti di panico, mentre la bambina era ormai in gravissimo debito di ossigeno, sono arrivati i bagnini del vicino stabilimento balneare Lido del Sol, ma solo un medico che si trovava sul posto è riuscito ad estrarre l’acino.

Ormai la bambina era in coma, e ogni tentativo di rianimazione prima sul posto, poi nell’ambulanza che l’ha trasportata all’ospedale Santissima Annunziata di Taranto, ed infine al pronto soccorso dl nosocomio, è risultato vano. Della vicenda è stato informato il magistrato di turno della procura tarantina.

Guarda Anche
Scelti Per Te