Domenica 17 marzo, alle ore 18:00, presso il comitato elettorale di via Ceglie Messapica n.84, il consigliere comunale di Villa Castelli Giovanni Barletta presenterà la propria candidatura alla carica di sindaco in vista delle prossime elezioni amministrative di maggio.

Nel corso dell’incontro, aperto alla cittadinanza, Barletta spiegherà le ragioni della sua scelta, illustrerà i principali punti del programma e presenterà per la prima volta alla cittadinanza il nome e il simbolo della lista civica nata a suo sostegno.

“Amministrare Villa Castelli dopo i cinque anni che ci hanno preceduto – spiega Barletta – non sarà un’impresa facile per nessuno. Farlo significherà partire da zero da un punto di vista amministrativo, e da meno di zero da un punto di vista economico e finanziario. Il futuro di Villa Castello va ricostruito dalle fondamenta. Ma va ricostruito. La cittadinanza invoca un cambiamento che non possiamo più rimandare. Villa Castelli non vuole più vivere alla giornata, rimanere isolata dal resto del mondo, tirare a campare senza alcuna ambizione, senza una visione, senza mai nemmeno osare pensare in grande. Io ho scelto di candidarmi per dare una risposta a tutte queste esigenze”.

“Per questa ragione – prosegue Giovanni Barletta – domenica in occasione della presentazione della mia candidatura partiremo proprio dal programma, invertendo la solita scaletta della politica in cui vengono prima i politici e poi le idee. Domenica mi presenterò a chiunque voglia ascoltare e partecipare con le nostre proposte per Villa Castelli. E avranno tutte un filo rosso che le terrà unite: la voglia di essere grandi, di esserci, di ripensare interamente la nostra città coniugandola al futuro. Porremo l’accento sul sociale, sul digitale, sulle infrastrutture, sul lavoro. Scopriremo insieme cosa Villa Castelli può diventare, e come realizzare questa visione. Ma sempre partendo da basi solide e concrete. E quelle idee, a loro volta, saranno la base su cui poggiare il confronto che avvierò da subito con la cittadinanza affinché il nostro programma sia un programma partecipato, condiviso, in cui ognuno potrà contribuire con il proprio progetto, il proprio sogno, la propria proposta”. “Non resta quindi – conclude Barletta – che iniziare questo cammino insieme. A partire da domenica. Per scrivere insieme le pagine di una storia nuova per una comunità che un desiderio disperato e immenso di voltare pagina”.