Il Salone nautico di Puglia è divenuto negli anni una fra le tre più importanti manifestazioni di settore in Italia, con Napoli e Genova e certamente l’evento di riferimento su tutto il versante adriatico.

Il ritorno a Brindisi, all’interno del Porto Turistico, dopo una parentesi barese, ha permesso, grazie anche e soprattutto alla possibilità di esporre le imbarcazioni in acqua, un sostanziale incremento del numero di espositori, oltre 100 aziende e circa 150 imbarcazioni, provenienti da tutte le regioni del mezzogiorno d’Italia, con particolare riferimento al settore della vela, assente nelle edizioni di Bari e che in Puglia registra un numero importante di appassionati.

Accanto ai settori della cantieristica e dell’accessoristica nautica, sono esaltati gli sport del mare, la subacquea, il turismo nautico, la sicurezza in mare, il turismo balneare, la pesca industriale e sportiva.

Oltre ad altri temi come quelli relativi all’ambiente (tema di fondo i parchi marini, la salvaguardia del patrimonio costiero e l’ecosostenibilità dello sviluppo), quello dell’enogastronomia come valore aggiunto nella politica turistico-ricettiva del territorio con particolare riguardo al consumo del pesce e della Sicurezza in Mare con la partecipazione del Comando Generale delle Capitanerie di Porto, della Guardia di Finanza e della Polizia di Stato.

Particolare attenzione sarà riservata ai percorsi formativi per nuove professioni nell’economia del mare, con la collaborazione degli Istituti Nautici di Puglia, già protagonisti nell’edizione 2017. Per l’occasione è stata sottoscritta una convenzione dedicata ad impiegare i ragazzi del Nautico Carnaro di Brindisi, nell’ambito delle attività previste dall’alternanza scuola-lavoro.

Come nelle passate edizioni, SNIM è l’occasione per promuovere e valorizzare le discipline che hanno come tema comune il Mare. Snim ospita il Villaggio dello Sport, all’interno del quale le Federazioni di CanottaggioPesca Sportiva ed Attività Subacquee, Vela, Motonautica, Sci Nautico, Nuoto, Canoa, la Lega Navale Italiana, gli Enti di Promozione Sportiva, I Circoli del territorio, saranno impegnate in attività pratiche e di formazione. In acqua, istruttori dedicati, consentono al pubblico di provare direttamente mezzi ed attrezzature per la vela, sup, salvamento, oltre a simulazioni di voga, lancio tecnico e pesca promozionale con canna da riva.

Con il contributo del Comitato Paralimpico, ampio ed importante spazio viene dedicato ai diversamente abili a dimostrazione degli innumerevoli vantaggi che la pratica dello sport garantisce, indipendentemente dalle condizioni fisiche e mentali di ognuno.

In questo quadro, quindi, lo Snim declina la propria offerta sia attraverso l’esposizione statica che con l’organizzazione di momenti di apprendimento tecnico e culturale, di laboratori esperienziali e momenti di degustazione guidata.

In ultimo ma non meno importante, facendo seguito alle preziose attività avviate nella passata edizione del salone nautico a Bari e dalla Regione Puglia, in occasione della business convention internazionale sulla Blu-Economy di marzo, obiettivo è la graduale trasformazione dell’evento in una grande campionaria dell’’economia del mare, ponendo la Puglia al centro di un settore strategico a cui guarda con sempre crescente attenzione la Regione, l’Italia e l’intera comunità europea.