Foto: Brindisi Time

Chiamate a raccolta da una associazione per trovare una soluzione alla bonifica del Canale Reale, un corso d’acqua, al momento secco per la siccità’ imperante, lungo 50 Km, che parte da Villa Castelli per sfociare nella Riserva Naturale di Torre Guaceto.

E’ questa l’iniziativa promossa dall’associazione di Latiano “L’isola che non c’è” che ha organizzato un tavolo tecnico a cui parteciperanno il prossimo 27 ottobre gli 8 sindaci dei comuni attraversati dal corso d’acqua. Oggi, presso Palazzo di Città’, a Brindisi, in quanto comune capofila, si e’ tenuta la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa. All’incontro del 27 ottobre parteciperanno anche il Prefetto Valenti e la Regione Puglia. L’obiettivo prioritario e’ bonificare il canale per consentire poi di far sfociare il corso d’acqua nel mare di Torre Guaceto. Ma le intenzioni sono anche quelle di preservare le sponde del corso d’acqua, al momento stracolme di rifiuti. In sostanza il gruppo di lavoro proverà’ ad intercettare i finanziamenti idonei a far partire i progetti specifici. Alla conferenza stampa di oggi erano presenti il Commissario prefettizio del Comune di Brindisi, Santi Giuffre’, i sindaci di San Vito dei Normanni e di Latiano, il Consorzio di Torre Guaceto e il presidente della STP, Rosario Almiento.

Fonte: Brindisi Time