Pubblicità

Ecco i cinque finalisti della Prima Tappa: “Carovigno, terra di torri”

“Carovigno terra di torri”. È questo il tema della prima tappa di ABCiak, il Festival itinerante per registi e filmaker, ideato dalla giornalista Lucrezia Argentiero e promosso dal Comune di Carovigno (Brindisi) e dall’Associazione di Promozione Turistica “ABC della Puglia” di Ceglie Messapica (Brindisi).

Un tema dalle mille sfaccettature che ha catturato l’attenzione di numerosi registi su tutto il territorio nazionale.

25 gli autori che, presentando anche più di una proposta a testa, hanno partecipato al contest.

Tutte idee originali e curiose, sviluppate talvolta anche con un pizzico di ironia, che hanno posto in primo piano la storia e il mistero, il bisogno di difesa e di sicurezza, il sogno e la realtà. Senza però tralasciare l’aspetto turistico e ospitale di questa terra magica e autentica, insieme alla natura, i paesaggi, il mare e la gastronomia.

«Siamo soddisfatti del risultato finora raggiunto, anche se, insieme a tutti gli altri giurati, ci ha messo a dura prova, – ha detto Annamaria Petrosillo, Consigliere Comunale con delega al turismo –. Non è stato semplice, infatti, sceglierne solo 5. Le idee arrivate sono tutte davvero molto belle, nuove ed interessanti».

Questi i 5 registi/filmakersscelti nella rosa dei finalisti. Anna Mila Stella e Antonella Sibilla della provincia di Bari, Carlo Oropallo da Milano, Lorenzo Cinque da Udine e Rocco Tolve da Potenza. Tutti saranno ospitati sul territorio dal 12 al 17 Ottobre prossimi e avranno a disposizione 3 giorni per “girare” due giorni per “montare” e un giorno per vincere. Il risultato? 5 cartoline digitali, della durata massima di 3 minuti, che “parleranno” di Carovigno.

La sera del 17 Ottobre la giuria decreterà l’unico video vincitore a cui sarà assegnato un premio in denaro di 1.000 Euro offerto dalla Banca Popolare di Bari.

«ABCiak si sta dimostrando sicuramente una mossa vincente, per far conoscere al di fuori dei confini regionali, la nostra città – ha ribadito il Primo Cittadino Carmine Brandi – confermando così la sua doppia vocazione di centro catalizzatore per i giovani appassionati di cinema e scrittura e di luogo in cui apprendere un “saper fare”. Adesso aspettiamo di vedere realizzate queste idee. Il nostro impegno sarà quello di continuare sulla strada della promozione ».

Intanto c’è euforia tra i prescelti. C’è chi non è mai stato a Carovigno e quindi il progetto diventa anche l’occasione per scoprire un angolo affascinante del Tacco d’Italia. Chi, invece, ci ritorna volentieri per cogliere inediti aspetti.

Sarà una settimana di fervore per tutto il centro storico animato da mattina a sera dal lavoro concitato dei protagonisti e dallo “sguardo” curioso degli abitanti e dei turisti che potranno ammirare da vicino i filmaker all’opera.