Consiglio Comunale Carovigno 1
Consiglio Comunale Carovigno 1
Volantino Spazio Conad Mesagne

La presentazione del documento sottoscritto da otto consiglieri di maggioranza del Comune di Carovigno, con il quale si chiede l’azzeramento della giunta comunale è, di fatto, un atto di sfiducia nei confronti del sindaco Brandi, che palesa una crisi ormai irreversibile della compagine amministrativa.

Il Partito Democratico di Carovigno, con il suo capogruppo Marzia Bagnulo, unitamente ai consiglieri di opposizione Massimo Lanzilotti e Vincenzo Radisi, che da tempo denunciano l’immobilismo e l’incapacità di questa maggioranza nella gestione della vita amministrativa della nostrta comunità, ritengono che quanto è accaduto non può che concludersi con lo scioglimento del consiglio comunale e la convocazione di nuove elezioni amministrative.

La richiesta di azzeramento della giunta altro non è che l’epilogo di due anni di scontri continui all’interno della maggioranza a spese della collettività. I consiglieri scriventi stigmatizzano questa ennesima sceneggiata perpetrata sulla pelle dei carovignesi.

La mancata approvazione  del bilancio consuntivo 2016, la diffida del Prefetto di Brindisi, i disastri quotidiani a spese della zona umida di Torre Guaceto, il cattivo funzionamento dell’impianto di depurazione, la diffida dell’acquedotto pugliese per la realizzazione della condotta sottomarina, lo sperpero di denaro pubblico senza alcuna programmazione degli eventi culturali e artistici, l’asfalto di strade interessate dalla presenza di consiglieri di maggioranza o di amministratori a discapito di strade letteralmente “saltate” abitate da semplici cittadini, rappresentano solo alcuni esempi di questa cattiva gestione amministrativa.

Gli scriventi, nel denunciare questo stato di cose, che sta producendo ingenti danni alla città di Carovigno, ritengono che questa esperienza amministrativa sia giunta al capolinea e si aspettano che anche il Sindaco ne prenda atto e che faccia l’unico gesto di rispetto nei confronti dell’intera comunità, rassegnando le dimissioni e consentendo nuove elezioni.

Carovigno ha bisogni di aria nuova, di amministratori nuovi, di politica nuova.

Firmato: Marzia Bagnulo (PD Carovigno), Massimo Lanzilotti, Vincenzo Radisi.