Pubblicità

Il circolo Legambiente di Carovigno organizza nella giornata di ferragosto una passeggiata tra i rifiuti abbandonati di Pantanagianni, un modo alternativo per riflettere sul tema dell’abbandono dei rifiuti che conosce la sua massima espressione nel periodo estivo.

Un problema che però non risparmia nessuno, neanche la marina di Specchiolla, dove l’iniziativa sarà replicata.
In un’intervista apparsa sui giornali nelle scorse ore l’assessore all’ambiente del comune di Carovigno sostiene che siano gli stessi villeggianti della marina di Specchiolla ad essere artefici degli abbandoni. In ogni realtà in cui si effettua la raccolta differenziata porta a porta vi è il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti, ma dare tutta la colpa ai villeggianti appare davvero fuori luogo.
Sarebbero opportune le scuse da parte dell’assessore di Carovigno ai villeggianti di Specchiolla.
Considerando poi che i villeggianti della suddetta marina, per buona parte, risiedono nel comune di San Vito dei Normanni, noto comune riciclone, tale affermazione appare alquanto singolare.
I comuni ricicloni sono solo quelli che superano il 65% di raccolta differenziata. Al link seguente è possibile monitorare l’andamento della raccolta differenziata per ogni comune pugliese (o almeno per quelli che con regolarità inviano i relativi dati alla banca dati regionale): http://www.sit.puglia.it/portal/portale_orp/Osservatorio+Rifiuti/Osservatorio+Rifiuti+Cittadino/RSU+per+Comune/OrpCittadinoWindow?entity=rsucomune&action=2

Il problema dell’abbandono dei rifiuti è una piaga con cui dobbiamo confrontarci, mettendo in campo ogni soluzione possibile: raccolte straordinarie, sistemi di videosorveglianza, iniziative di sensibilizzazione, presidio del territorio. Solo dopo aver fatto tutto ciò possono chiamarsi in causa le colpe dei cittadini.
L’appuntamento con l’iniziativa “Un Ferragosto alternativo” è nella località di Pantanagianni, il 15 agosto alle ore 9.30.