Pubblicità

In relazione ai lavori di ristrutturazione stradale in atto nel Centro Storico di Carovigno sulla strada interna adiacente la Chiesa Madre dove è situato il Rosone, questo Comitato intende suggerire all’Amministrazione Comunale e ai cittadini interessati di effettuare verifiche di carattere archeologico, al fine di rilevare la presenza di reperti o strutture che possono essere interessanti per risalire alla storia di questa nostra cittadina.

Quanto innanzi in relazione al fatto che, trattandosi di zona storica che certamente ha vissuto varie epoche, Carovigno è anche Città Messapica, potrebbero emergere cose di rilevante interesse culturale.

Non conosciamo ancora gli atti deliberativi con i relativi allegati progettuali, può essere, quindi, che il nostro suggerimento sia superfluo perché quanto proponiamo è già stato preso in considerazione e sia stato previsto un adeguato sondaggio archeologico; qualora ciò non fosse stato previsto suggeriamo di farlo appena liberata la strada dalle macerie e, a tal fine, potrà essere impiegato il “georadar”, una specifica apparecchiatura ad impulsi elettromagnetici che può rilevare la presenza di reperti archeologici o altre strutture, tipo mura antiche, fondamenta di antiche costruzioni e/o quant’altro di interesse storico.

Lo scopo del Comitato, è quello di salvaguardare con fermezza e determinazione tutto ciò che riguarda la storia, l’arte e le tradizioni del nostro paese, primo perchè riteniamo sia giusto conoscere le nostre radici, secondo perché il nostro scopo è quello di salvaguardare l’ambiente ed il territorio da scempi inopportuni e senza senso, terzo ricercare e salvaguardare tutto ciò che è la cultura della nostra gente e della sua civiltà per poterla trasmettere integra alle future generazioni, visto che noi stessi, in questi ultimi 50 anni, siamo stati menomati dalla inopportuna distruzione di documenti che potevano essere salvati e tenuti gelosamente in custodia, non vogliamo più che si ripetano questi madornali errori.

Ovviamente, il nostro intervento non vuole assolutamente criticare l’operato dell’Amministrazione Comunale, che già ha pensato bene a rimuovere quell’odioso manto stradale catramato che mal contrasta con il Centro Storico; nello stesso tempo un ulteriore sforzo non starebbe male atteso che, nell’eventualità emergessero elementi di interesse storico ed artistico si otterrebbe un arricchimento generale della intera comunità.

Tornerebbe oltremodo gradito che in caso di utilizzo del “georadar” per eventuali reperimenti in tal senso, sia lo scrivente Comitato, quanto tutte le altre rappresentanze della comunità culturale