IMG 20160508 WA0001
IMG 20160508 WA0001

Domenica mattina (8 maggio) si è verificata un’incresciosa vicenda a Torre Guaceto: servizio di parcheggio inesistente, auto parcheggiate sulla complanare e fin dentro la Riserva – anche a ridosso delle dune – arrivo dei vigili e conseguente recapito di multe a turisti e bagnanti malcapitati.

Prevedibile che una bella giornata di sole di maggio, peraltro di domenica, fosse l’occasione giusta per i primi turisti e bagnanti per recarsi al mare, nella nostra splendida Riserva naturale. Molto meno prevedibile la totale assenza di organizzazione da parte dell’amministrazione comunale e del consorzio di Torre Guaceto, che hanno di fatto accolto gli ospiti della Riserva con disservizio e sanzioni.

Come è possibile che con l’estate alle porte la Riserva non sia in grado di offrire ai turisti un servizio elementare e indispensabile quale il parcheggio? Parcheggio che, peraltro, c’è sempre stato! Come è possibile che ai gestori del parcheggio la scorsa settimana sia stato intimato di sospendere i consueti lavori funzionali alla riapertura?

E infine come è possibile che il sindaco Brandi abbia emesso un’ordinanza di sospensione di tali lavori solo stamane (come si evince dall’albo pretorio)? Non avrebbe dovuto pensarci prima?

Leggi anche  Sbarca a Torre Guaceto PatrioTurtle: la tartaruga che protegge gli animali marini dalla plastica

Ciò che sta accadendo anche intorno alla questione parcheggio a Torre Guaceto è la prova di quanto denunciamo da mesi: la mala gestione della Riserva!

Una mera gestione di interessi. Lontana dalla vera vocazione della Riserva e dal rispetto della sua bellezza. Il caos di oggi è il peggior biglietto da visita dell’estate 2016 per il nostro turismo. Un enorme danno all’immagine della Riserva e di Carovigno.

In merito all’incresciosa vicenda interviene anche l’ex consigliere Mimmo Santacroce: “Non è immaginabile che un luogo così importante come la riserva sia sprovvisto di servizi primari, di pianificazione e programmazione. Un’amministrazione comunale pilotata e un consorzio di gestione prepotente sono alla base dell’accadimento di tali vicende. Speriamo che le autorità competenti facciano luce anche su queste questioni”.

Noi consiglieri di opposizione di Carovigno ci chiediamo: quando sapremo tutte le verità su Torre Guaceto, inclusa la verità sul suo parcheggio?

Massimo Lanzilotti – Ripartiamo dal Futuro

Marzia Bagnulo – PD

Vincenzo Radisi – Azione Civica