Pubblicità

Una mattinata vissuta all’insegna dell’amore per l’ambiente e dell’impegno personale nella sua tutela.

La Riserva di Torre Guaceto ha accolto gli attivisti di Sea Shepherd per l’edizione 2017 dell’evento “Puliamo le spiagge del Salento”.

Ogni giorno le mareggiate ed il vento portano sulla nostra costa centinaia di frammenti di rifiuti di plastica, rete e materiale di ogni tipo. Questi giungono a noi dopo l’abbandono in mare, anche a largo dalla costa italiana, e addirittura da altri Paesi costieri. E’ di fondamentale importanza un attento monitoraggio dello stato di igiene del nostro mare e delle nostre spiagge, la vita degli animali marini dipende anche da questo. Troppe le tartarughe ed i volatili che ogni anno perdono la vita a causa della morsa di rifiuti in mare, un esempio ne sono le tartarughe soccorse dai nostri operatori ed attualmente ricoverate presso il nostro Centro recupero, “Luigi Cantoro”.

A causa della gravità di questa problematica, infatti, all’interno della strategia di gestione del mare e delle fasce costiere, la “marine strategy”, l’Unione Europea ha individuato lo spiaggiamento dei rifiuti, “marine litter” quale una delle maggiori problematiche da monitorare e risolvere. Nell’abito di questo piano di governance europeo, Torre Guaceto è stata scelta quale area campione nella quale svolgere un’opera di monitoraggio. L’attività svolta dagli amici di Sea Shepherd, quindi, per noi ed i “nostri” animali altamente meritoria.

Nel corso della mattinata, oltre 30 volontari hanno ripulito le calette adiacenti alla Torre Aragonese e apneisti e sub hanno pulito i fondali della zona a protezione integrale. Con il materiale raccolto, vetro, plastica e alluminio sono stati riempiti 40 sacchi di immondizia.

Per aver animato questo importante momento di aggregazione e lavoro di squadra dobbiamo ringraziare le associazioni: Centro Velico Torreguaceto; Salento Fun Park-Mesagne; Acqua2o Centro di Equitazione e riabilitazione equestre, Mesagne; Fishing Adventures, Mesagne; Bram Sport, Brindisi; Wellness Sergio Ragno; Movimento “No al carbone”; Gruppo sub “Ncilonauti”, Brindisi; Gruppo Apneisti, Brindisi; Gruppo “Amici della Conca”.