Tommaso Argentiero ha dichiarato giorni fa che le le grotte di Montevicoli sono state chiuse a turisti e pipistrelli causa “ratti.”

“In merito a questa situazione ed ai motivi di questa non fruibilità per cittadini e forestieri, con una specifica interrogazione, il consigliere Gianluca Argentiero ha chiesto i motivi della chiusura. La risposta dell’assessore Ricci è stata sorprendente: “Nelle grotte ci sono i topi che hanno reso impraticabile il nuovo impianto di illuminazione interno ed ora sarà necessario dare mandato ai tecnici e alla ditta per creare un nuovo impianto a prova di roditori” . 
 
Non è mia abitudine sollevare dubbi, ma sono un vecchio e affascinato conoscitore delle grotte  e la presenza di topi nella cavità carsica di Montevicoli mi sembra un fatto strano ed insolito. In ogni caso sarebbe stato corretto da parte dell’Amministrazione provvedere, in anticipo, a rendere nota la chiusura per evitare un inutile via vai di visitatori delusi e incavolati. 
 
Io penso che i motivi della non fruibilità delle grotte siano altri, però in maniera costruttiva voglio invitare l’Amministrazione Comunale a far rimuovere immediatamente il pannello di plexiglas che ostruisce l’ingresso della grotta. 
 
La chiusura, quasi ermetica, dell’ingresso alla grotta crea grosse difficoltà al passaggio dei pipistrelli. La loro tutela viene garantita da un specifica normativa nazionale e comunitaria. Pertanto, per evitare un nuovo verbale da parte della Forestale (che poi paghiamo noi cittadini), sarebbe opportuno rimuovere il pannello che ostruisce l’ingresso alla grotta chiusa per una presunta invasione di topi ghiotti del nuovo impianto di illuminazione”.