Ha fatto parecchio parlare l’ultima nota di Opportunità Civica – Cisternino che lamenta una situazione a dir poco disordinata in materia di ordine pubblico

Il movimento civico cistranese sottolinea l’effettiva carenza di forze di polizia locale e, contro la sbandierata amenità propagandistica amministrativa, pone esempi concreti di episodi luca-convertini-officiante-unione-civileavvenuti e già documentati chiedendo risposte concrete al primo cittadino, Luca Convertini, che appare presente solo nelle parole.

La denuncia, tuttavia, merita un’analisi più completa: come giustamente sottolineato anche dalla nota di Opportunità Civica, le colpe della Polizia Locale sono solo conseguenza di colpe ben più grandi, dato che allo stesso comando locale mancano sei unità a tempo indeterminato e quattro unità a tempo determinato per un totale di dieci posizioni in meno rispetto a quanto si dovrebbe. Nonostante le buone intenzioni ed il tanto Antonio Modugno colonnello e comandate Polizia Locale Cisternino impegno, la stessa Polizia Locale appare allo stremo e, come se non bastasse questa oggettiva carenza numerica, a ciò vanno aggiunte le ferie, le malattie e le varie leggi (dalla 104 in giù) che, legittimamente, vengono prese dalle unità in seno al comando locale.
Ancora, alla Polizia Locale vengono attribuiti i servizi della polizia edilizia, della polizia giudiziaria, della polizia amministrativa e della polizia annonaria, con compiti che variano dalla sicurezza stradale al decoro urbano passando per igiene urbana, canile municipale, occupazione del suolo pubblico, videosorveglianza, notifiche, controlli su residenze e tributi locali, indagini per conto dell’autorità giudiziaria ecc. …

Comune Cisternino Via P. AmedeoA Cisternino si lamenta una carenza assoluta di un fondo di ore per il lavoro straordinario perché l’amministrazione comunale non è in grado di garantirlo ma, nonostante ciò, lo stesso Prefetto della Provincia di Brindisi, nel corso della recente visita a Cisternino, ha dichiarato pubblicamente che Cisternino è la città più sicura della provincia brindisina e questo lo si deve allo zelante operato dei Carabinieri della stazione locale, coordinati dal maresciallo Lucio Argentieri, e dalla Polizia Locale gestita dal comandante Antonio Modugno.

Pare evidente come, sebbene sotto numero, le forze dell’ordine si impegnino al massimo del possibile – e spesso anche oltre – per garantire sicurezza ed ordine in città ma che, al tempo stesso, qualche impegno e sforzo in più da parte dell’amministrazione andrebbe preso al fine di arrivare ad un livello di “normalità” urbana che fin troppo spesso è mancato negli ultimi periodi.

Fonte: Cisternino Notizie