JOSIKO
JOSIKO
Volantino Spazio Conad Mesagne

La Block Stem crea molto, finalizza poco e non strappa neanche un punto al PalaFiera di Pesaro tornando in Valle d’Itria con zero punti in saccoccia e con una F8 che sembra più lontana.

La partenza, rispetto all’ultima gara in trasferta, quella contro il Latina, è senza ombra di dubbio migliore, parecchie azioni pericolose dei giallorossi, ma con l’unica – grande – pecca la mancata finalizzazione, che porta la Block Stem a secco all’intervallo e in cerca della rimontata vista la rete di Bicinho. Nel secondo tempo, i giallorossi restano ancora in partita, trovando le due reti, ma è il Pesaro a vincere la gara in ripartenza e trionfare nello scontro cruciale in ottica F8. Adesso la gara interna con la Luparense, dal sapore speciale ma ancor più difficile.

Servirà un’impresa. Eccezionale – ancora una volta – l’attaccamento ai colori dei nostri tifosi, giunti a Pesaro. Vera e propria forza di una squadra che oggi più che mai ha bisogno del sostegno di tutti. La partita – Pina out, dentro Eduardo, con Micoli nel quintetto iniziale insieme a Bruno, Paulinho, Josiko e De Matos, Ramiro Dias opta per Miraglia, Tonidandel, Marcelinho, Cesaroni e Manfroi. L’inizio è di stampo giallorosso, ma dagli sviluppi di un corner Josiko becca in pieno la traversa. Il Pesaro si rifà sotto a metà frazione e prima trova l’1-0 con Bicinho, poi una traversa con Marcelinho. Le occasioni non mancano, nonostante un primo tempo di studio, e Fabinho al 18’ sbaglia il tiro libero assegnato dopo il sesto fallo commesso dai locali.

Nel secondo tempo, Paulinho trova il momentaneo 1-1, ribadendo in rete l’assist di Bruno proveniente da banda sinistra. Bicinho si accende ancora e fa 2-1, poi Leggiero trova il tap in vincente dopo l’azione tambureggiante orchestrata dalla coppia Fabinho – De Matos.

Il Cisternino preme forte sull’acceleratore ma viene respinta sia da Miraglia, sia dai numerosi legni, colpiti però anche dalla formazione locale. Nel finale è Marcelinho che chiude i conti con due reti, la prima dopo un contropiede letale, la seconda a pochi secondi dal termine, con il tiro libero centrato. Postpartita – Al termine della gara, parola al tecnico Piero Basile: “Purtroppo ci sta capitano spesso, anzi sempre, di creare tanto ma raccogliere poco. La fase di finalizzazione al momento è una nostra pecca e dovremo assolutamente risolvere questo. Bisognerà lavorare duro per non commettere errori del genere e non lasciare altri punti per strada. Ottimo primo tempo, ma non dobbiamo più sbagliare negli ultimi dieci metri. Complimenti al Pesaro, noi siamo stati bravi a limitarli ma non siamo riusciti a conquistare nessun punto”.