Locorotondo Rotatoria
Locorotondo Rotatoria
Volantino Spazio Conad Mesagne

È stato pubblicato il 10 giugno l’avviso per affidare gli spazi verdi e le rotatorie del II tratto della circonvallazione, denominata “Madonna di Lourdes”.

“Continua il percorso intrapreso da questa Amministrazione Comunale” ha dichiarato il primo cittadino Tommaso Scatigna “stiamo finendo e consegnando le opere già avviate e quelle intraprese da questa compagine amministrativa in un periodo storico in cui gli Enti Pubblici non riescono a garantire l’ordinaria gestione. A Locorotondo abbiamo realizzato una circonvallazione, con opere architettoniche di non facile realizzazione. Penso al sottopasso ferroviario. Siamo riusciti a realizzare un’opera perfettamente integrata nel nostro magnifico territorio ed a metterla a servizio dell’utenza per rendere più sicuro il nostro territorio. È un vanto per Locorotondo avere un’infrastruttura che ha liberato il paese dal traffico pesante e lo ha reso ancora più vivibile. Infine, siamo riusciti a coinvolgere i cittadini nell’abbellimento del territorio, con l’affidamento delle rotatorie. Anche questa è una scelta precisa: riuscire a dare una vetrina per mostrare le capacità dei nostri cittadini anche attraverso la cura delle rotatorie”.

“Non potevamo non riproporre il riuscitissimo esperimento fatto per il I tratto della circonvallazione” ha commentato il delegato al Verde Pubblico e Viabilità Vito Speciale “abbiamo dato la possibilità ai cittadini di prendersi cura delle rotatorie, uno spazio importante per l’immagine del paese, e abbiamo constatato la proverbiale disponibilità e l’amore per il bello che caratterizza i cittadini di Locorotondo dedicandosi proprio all’abbellimento di queste aree pubbliche. Siamo certi che anche per il II tratto avremo lo stesso risultato. Abbiamo preparato e pubblicato il bando, con scadenza il 10 luglio prossimo. La nostra propensione al coinvolgimento del cittadino si è concretizzata in documenti ufficiali, quali i bandi appunto, che sono stati presi come esempio anche da altre Amministrazioni Comunali. In questi anni per molti aspetti di gestione amministrativa siamo stati un punto di riferimento per molti Comuni”.

Diversi i soggetti che potranno assumersi la responsabilità di gestire queste aree verdi: società costituite in qualsiasi forma; ditte individuali; privati; cooperative; consorzi; associazioni; imprese costituite in qualsiasi forma; istituti di credito.

Sono 5 le aree previste: la rotatoria di contrada Cinquenoci con due aiuole; la rotatoria vicino all’ex Panapulia insieme all’obbligo siepe su area di sosta che precede e 10 aiuole spartitraffico verso la rotatoria n. 3; la rotatoria di via Sant’Elia  con 14 aiuole spartitraffico che precedono verso la rotatoria n. 2; la rotatoria di contrada Calascione e le 7 aiuole spartitraffico tra rotatoria n. 4 e rotatoria S.S. 172.

I soggetti interessati dovranno far pervenire al Comune di Locorotondo –  Ufficio Protocollo (P.zza Moro, 29) la domanda contrassegnata su entrambi i lembi con l’indicazione “Domanda per la adozione delle rotatorie e/o aree a verde spartitraffico della Circonvallazione 2° tronco” entro le ore 12.00 del 10 luglio 2015.

Nella domanda dovranno indicare il progetto che intendono realizzare nell’area: dovranno effettuare a proprie cure e spese l’allestimento e la manutenzione delle rotatorie e delle aiuole oggetto di “adozione”. Potranno apporre dei cartelli e saranno esonerati dal pagamento degli oneri comunali sulla pubblicità per tutta la durata dell’affidamento. L’apposizione di insegne di comunicazione pubblicitaria inerenti l’intervento dovrà comunque avvenire – a pena di revoca – in conformità al Codice della Strada e al relativo e al Regolamento dell’Ente e comunque di altezza inferiore a cm 80  del piano viabilità.

Si potranno adottare un massimo di tre spazi verdi, ma nella domanda si potranno indicare fino ad un massimo di cinque richieste di affidamento, riportando chiaramente e secondo un ordine progressivo le priorità di interesse. Il Comune di Locorotondo sulla base delle domande pervenute si riserva di assegnare una o eventualmente più rotatorie per ciascun concorrente che dimostri di  possedere i requisiti minimi richiesti per partecipare alla procedura selettiva. Qualora sussistano più domande rivolte ad ottenere la medesima rotatoria, il Comune darà corso ad una opportuna procedura selettiva. Le richieste verranno valutate da un’apposita Commissione istituita presso il Servizio Ambiente. In caso di sussistenza di più domande riferite ad una medesima rotatoria la Commissione disporrà l’affidamento a favore del candidato che abbia presentato l’offerta di adozione di maggiore valore qualitativo, da determinarsi mediante attribuzione di un punteggio massimo di 100 punti: qualità complessiva del progetto dal punto di vista tecnico ed ambientale; conseguimento della migliore visibilità; maggiore durata del contratto nei limiti di durata massima di anni nove; costi di allaccio AQP, nonché costi di consumi dell’impianto irriguo a servizio della rotatoria prescelta; servizi aggiuntivi e diversi rispetto a quelli previsti dal presente avviso; minor tempo di realizzazione degli interventi iniziali.

In caso di coincidenza dei punteggi assegnati, verrà privilegiata la soluzione più vantaggiosa per il Comune in termini di manutenzione successiva alla cessazione dell’affidamento.

L’affidamento di ciascuna rotatoria per la manutenzione durerà da un minimo di cinque ad un massimo di nove anni.

Per le aree eventualmente non assegnate, per carenza di specifiche domande, il Comune può procedere a trattativa diretta con gli eventuali soggetti privati interessati, nel rispetto dei termini e dei parametri previsti nell’avviso pubblico.

“Si coglie l’occasione” hanno dichiarato il sindaco Scatigna ed il consigliere Speciale “per ringraziare coloro che hanno adottato le rotatorie del I tratto e, in particolare, Gianni Birardi e Martino Cervellera che si sono occupati in modo egregio della rotatoria sulla SS 172 – via Martina F. ma che non hanno potuto sistemare alcuna insegna pubblicitaria. Anche questi gesti di attento civismo sono manifestazioni di grande attenzione verso la “cosa pubblica” da parte di cittadini virtuosi. E si invitano quanto sono interessati a presentare la domanda per l’affidamento delle rotatorie e degli spazi verdi del II tratto, per completare l’opera a regola d’arte”.