semeraro
semeraro
Volantino Spazio Conad Mesagne

Sarebbe stato il 34enne martinese Angelo Semeraro, già noto alle forze dell’ordine per essere stato autore di una rapina lo scorso anno, l’autore dell’omicidio di Martino Aquaro, il 69enne pensionato di Martina Franca ritrovato dalla moglie senza vita nel pomeriggio di ieri nella sua abitazione di campagna in via Madonna Piccola.

armiAquaro sarebbe stato colpito violentemente prima da un bastone alla testa e poi finito con un coltello, ritrovato a casa del 34enne insieme agli abiti ancora sporchi di sangue. Ad inchiodare Semeraro le riprese di una telecamera di sorveglianza attivata in un’abitazione privata nelle immediate vicinanze del luogo dove è avvenuto il delitto.

Tutti i particolari sono stati resi noti nel corso di una conferenza stampa svoltasi in tarda serata in Commissariato, alla presenza del Procuratore  capo della Repubblica di Taranto, Franco Sebastio, del Questore, Enzo Mangini, del Pm Ida Perrone e del Dirigente Francesco Salmeri.

Riserbo ancora sul movente del delitto: un tentativo di furto finito male o una lite furibonda scoppiata per motivi economici o di altra natura. Domani sarà disposta l’autopsia sul corpo della vittima.