mimmo mele
mimmo mele
Volantino Spazio Conad Mesagne

L’ex parlamentare Udc, e costruttore edile, Mimmo Mele è stato ricoverato in stato di coma la notte scorsa in seguito ad una grave ischemia cerebrale.

Si parla al momento di condizioni cliniche irreversibili. Mele è transitato prima dall’ospedale di Ostuni, la sua città, poi è stato trasferito al Perrino di Brindisi. Mimmo Mele è stato vicesindaco molti anni fa e poi più recentemente sindaco di Carovigno, poi costretto a dimettersi dopo lo sfaldamento della sua maggioranza.

La vicenda che lo rese noto a livello nazionale è quella del malore di una escort che si trovava con lui in un albergo romano, l’Hotel Flora, quando era parlamentare dell’Udc. Mele si dimise, e pagò pesantemente sul piano personale quella vicenda. Il fatto non gli ha impedito però di tornare in politica e di vincere le elezioni amministrative nella sua città di elezione, Carovigno. Caduta la sua giunta, il costruttore si era allontanato dalla politica.

Nel suo passato, anche un arresto quando era vicesindaco, per una storia di tangenti, assieme al sindaco dell’epoca. Ma si può dire che Mele è stato uno dei pochi a pagare un alto prezzo per le vicende che lo avevano interessato, e che non gli avevano fatto perdere popolarità nel suo elettorato di base. E’ stato anche consigliere di amministrazione di Sogin, la società pubblica di decommissioning degli impianti nucleari in Italia.