Riti San Vito 2
Riti San Vito 2
Volantino Spazio Conad Mesagne

3 Giorni di tradizioni e preghiere da vivere intensamente

Siamo nel cuore della Settimana Santa, si rinnovano i riti e da tanti anni la Chiesa di Santa Maria Della Vittoria, per i sanvitesi ‘La Chiesa Madre’ è il cuore della devozione. Il momento più struggente del Venerdi Santo inizia con la ‘Predica Della Desolata’ e il momento quando il celebrante chiama l’Addolorata che entra in chiesa per prendere Gesù Morto ed iniziare la processione della sepoltura.

Foto: Ciccio De Leonardis

Una lunga e silenziosa processione, che accompagnata dalle toccanti note dei suoni della banda, attraversa le vie del centro cittadino con la partecipazione di tutte le confraternite presenti in città e preceduta dalle antiche statue dei Misteri. Al ritorno in chiesa, l’ultimo atto della sepoltura, i sacerdoti avvolgono in un bianco lenzuolo il corpo di Cristo, mentre la chiesa silenziosa e quasi buia partecipa al triste rito.

Il sabato è il giorno che tutti i credenti da tanto tempo attendono, la ‘Veglia Pasquale’ che inizia alle 22:30 e al momento del ‘Gloria’, l’esplosione di gioia per il risorto accompagnata dai suoni dei caratteristisci tric-trac. La ‘Culoria’ dei sanvitesi è questa, con l’entrata in chiesa delle statue dei Santi più venerati in paese provenienti da tutte le chiese.

Un momento molto suggestivo che tutti attendono, ma che bisogna ricordare per alcuni anni è stato interrotto, senza conoscerne il motivo, o voluto da chi, ma dopo ci si è convinti che le tradizioni non si possono cancellare con un colpo di spugna.

Foto: Ciccio De Leonardis

Ultimo atto dei riti pasquali è in programma la domenica di Pasqua, alle ore 19 è prevista la processione di Cristo Risorto con i Santi. Dopo aver percorso alcune vie del centro il ritorno sul piazzale della Chiesa Madre con tutte le statue intorno al Cristo Risorto. Subito dopo il ritorno nelle rispettive chiese, dopo il saluto al Signore.

I riti della settimana santa vivono e si rinnovano perchè sono l’anima di un popolo, la compassione per il destino del Cristo, le proprie fatiche di ogni giorno.