In data 06 Agosto 2015 si è riunito il consiglio di amministrazione del Consorzio di Gestione di Torre Guaceto per l’insediamento ufficiale del neo presidente Vincenzo Epifani il quale ha ringraziato il vicepresidente Cosimo Laguercia e il consiglio di amministrazione per aver gestito il consorzio in questi nove mesi, in assenza di un presidente, portando a soluzione una serie di problematiche quali la gestione delle aree parcheggio e lo sblocco dei cantieri di progetti finanziati dalla regione Puglia e dal Ministero dell’Ambiente; la partecipazione ad EXPO Milano e l’organizzazione delle attività estive ma soprattutto la prosecuzione delle azioni volte alla eliminazione dello scarico dei reflui depurati nell’area protetta con la proposta della realizzazione delle trincee disperdenti progetto ora in fase di affidamento.

Enzo Epifani 2Il presidente Vincenzo Epifani ha illustrato le linee programmatiche che vorrà condividere con il consiglio di amministrazione nei prossimi mesi; ripartire con il lavoro  interrotto due anni fa: potenziare i servizi legati allo sviluppo sostenibile ma al contempo riprendere la politica di conservazione degli habitat naturali della riserva. Torre Guaceto nel periodo estivo viene fruita da migliaia di visitatori al giorno portando quasi al limite la “capacità portante” della riserva, dovrà aumentare l’impegno legato alle politiche di destagionalizzazione dell’offerta turistica, attraverso un’offerta differenziata (enogastronomia turismo culturale e sportivo).

Il presidente Epifani  ha sottolineato l’importanza della presenza del  WWF del C.d.A. chiedendo loro di proporre interventi di tutela dell’area protetta e più in generale di vigilare  sulla sostenibilità delle azioni che si andranno ad implementare. Tra le prime azioni da mettere in campo sono l’attività di pressing sull’A.Q.P. affinché le trincee disperdenti vengano realizzate al più presto; a seguito della visita della sottosegretaria Barbara Degani si lavorerà nel mese di agosto per l’organizzazione di un tavolo tecnico Ministero dell’Ambiente Consorzio per sviluppare il progetto di riuso dei reflui depurati in agricoltura e  un progetto per il ripristino della zona umida; alla sottosegretaria verrà sottoposto infine un progetto legato allo sviluppo sostenibile del territorio.

Nel consiglio di amministrazione è stata inoltre approvata l’adesione al progetto dell’ISPRA MonITRing per la creazione di un database dei dati relativi al monitoraggio, in particolare il consorzio metterà a disposizione dell’ISPRA i dati annuali relativi ai censimenti degli uccelli presenti nelle riserva; infine è stato approvato il contributo economico al Sistema Turistico Locale Valle  d’Itria del quale il consorzio di gestione è socio.